Gonfia la Rete | Not an Ordinary Soccer Site

Il dato, Napoli: boom di turisti in città

Tempo stimato per la lettura1minuto, 45secondi

Un ponte, quello del primo maggio da record sul fronte del turismo per Napoli e più in generale per la Campania, a conclusione di un mese di aprile con numeri positivi per alberghi, mete culturali e siti archeologici. Tutte confermate le previsioni di arrivi formulate nei giorni precedenti dagli addetti ai lavori, in particolare per Napoli dove il centro storico e il lungomare sono stati presi d’assalto da napoletani e turisti, complice anche il bel tempo. A conferma di ciò arrivano i primi numeri relativi agli ingressi elaborati da musei e siti archeologici di Napoli e provincia, a partire dal Museo di Capodimonte che, oltre alle consuete gallerie di arte antica e moderna e ai tesori della Collezione Farnese, ospita in questi giorni la mostra «Picasso e Napoli: Parade».

Nella residenza borbonica che domina dall’alto il centro di Napoli, tra sabato 29 aprile e lunedì 1° maggio, si sono recati 5.870 visitatori: di questi, 1.557 hanno visitato Capodimonte sabato 29, 2.176 domenica 30 aprile e 2.137 lunedì 1° maggio. Il museo di arte contemporanea Madre, in via Settembrini, ha invece accolto 1.350 visitatori nella sola giornata del 1° maggio, a ingresso gratuito come ogni lunedì. Un ruolo non secondario è stato quello svolto dal salone internazionale del fumetto Napoli Comicon, giunto alla sua XIX edizione, che si è tenuto alla Mostra d’Oltremare da venerdì 28 aprile a lunedì 1° maggio, facendo registrare il numero record di 130mila visitatori e 3 giorni su 4 «sold out».

I giorni post primo maggio sono anche quelli dei bilanci relativi al mese di aprile per i siti più visitati della Campania. La Reggia di Caserta può festeggiare con un aumento dei visitatori del 43% e degli incassi del 72% (776mila euro) rispetto ad aprile 2016. I visitatori sono stati 141.763, contro i 99.206 del 2016 e rappresenta il record di presenze registrato ad aprile dal 2002 a oggi.

Dati positivi anche per tutti i siti della Soprintendenza di Pompei, a partire dagli scavi archeologici pompeiani che, nel mese di aprile, hanno accolto 397.739 visitatori, in aumento rispetto ai 323.758 di aprile 2016. Sono stati 71,149 i visitatori agli scavi archeologici di Ercolano (66.704 ad aprile 2016), 11.850 agli scavi di Oplontis, 8.858 agli scavi di Stabia e 1.803 al sito di Boscoreale.

 

Fonte: IL MATTINO

 

Di Rosario Siviero

FACEBOOK