Gonfia la Rete | Not an Ordinary Soccer Site

Koulibaly: “Sarri un genio. Scudetto? Dobbiamo crederci”

Tempo stimato per la lettura1minuto, 29secondi

Il difensore azzurro Kalidou Koulibaly ha rilasciato un’intervista ai colleghi de Il Mattino. Ecco le sue dichiarazioni.

Il suo primo anno a Napoli non benissimo. «Venivo dal Belgio, calato nel calcio italiano completamente diverso. Benitez mi ha aiutato, Sarri mi ha riscoperto».

Ma e’ cosi’ geniale il suo allenatore? «Si, e’ cosi’. Vede cose che altri non vedono. Ti fa capire quanto nel calcio nulla deve essere imprevedibile. E’ uno studioso. Qualsiasi domanda tu gli faccia, lui ha sempre una risposta. E ti fa pensare come componente di una squadra e non come singolo. Proprio oggi mi ha fatto vedere un video con dei miei errori, cosi’ mi aiuta a migliorare. Quando e’ arrivato mi ha detto: “Se fai come ti dico io diventerai un grandissimo”. E io ci sto provando, ma so che posso ancora migliorare. Con Sarri il calcio e’ matematica. In vista della Roma ci ha fatto vedere i video dei giallorossi. Sabato non sara’ un duello tra me e Dzeko, e’ una partita tra Roma e Napoli. Se non siamo squadra rischiamo di perdere, al contrario e’ piu’ facile vincere. Io posso anche fermare Dzeko, poi magari fa gol un altro ed e’ finita».

Il Napoli crede allo scudetto? «Certo, ci deve credere, ma non ci deve pensare. Cio’ che conta e’ battere la Roma adesso».

La Juve è più forte? «Ha un storia diversa, soldi. Compra grandi calciatori, Pjanic lo ha preso proprio alla Roma. Sarà un bel campionato. Non lo so se è la migliore, ma io mi diverto tanto a giocare in questo Napoli».

Le hanno raccontato cosa vuol dire vincere uno scudetto a Napoli? «Si, ma mi hanno anche detto che e’ difficile da raccontare, bisogna viverlo».

Mertens: lo vede e che cosa pensa? «Penso a un fuoriclasse, baciato dal talento».

Ilaria Mondillo
Ilaria Mondillo, Napoli 1994 @sigonfialarete - @RadioCRC

FACEBOOK