AMARCORD – DA MARADONA AD HAMSIK NEL SEGNO DEL 115

Estimated reading time:1 minute, 6 seconds

Un salto lungo quasi ventisette anni quello che lega Marek Hamsik a Diego Armando Maradona. Con il gol a Torino di ieri, il capitano slovacco ha raggiunto l’argentino in vetta alla classifica dei marcatori più prolifici della storia azzurra.

Un record voluto, inseguito, raggiunto nonostante le critiche e le difficoltà di un momento che per Marek non è stato magnifico. Ma quel gol a Torino, nell’angolino alto a spiazzare tutti ed anche Sirigu, permette all’azzurro di eguagliare El Pibe de Oro, il calciatore più amato, quello ricordato ancora con affetto dai tantissimi tifosi azzurri in giro per il mondo. “È un calciatore eccezionale, unico” ha detto di lui lo stesso Hamsik nelle ore seguenti; nel frattempo, però, lo slovacco potrà persino superarlo quel record, voglioso di mettere il naso davanti già dalla prossima gara di campionato contro la Sampdoria.

IL TABELLINO

Genova (stadio Luigi Ferraris), 24 marzo 1991

SAMPDORIA-NAPOLI 4-1

Marcatori: 12′ pt Cerezo, 19′ pt Vialli;  19′ st Vialli, 30′ st rig. Maradona, 40′ st Lombardo.

SAMPDORIA: Pagliuca, Mannini, Invernizzi, Pari, Vierchowod, Lanna, Lombardo, Cerezo, Vialli, Mancini (40′ st Mikhailichenko), Dossena (21′ st Bonetti). In panchina: Nuciari, Calcagno, Branca. Allenatore: Boskov.

NAPOLI: Galli, Corradini, Rizzardi, Crippa, Francini, Renica, Venturin, Mauro, Careca, Maradona, Zola. In panchina: Taglialatela, Baroni, Altomare, De Rosa, Calemma. Allenatore: Bigon.

ARBITRO: Baldas di Trieste.

NOTE: ammoniti Corradini, Crippa e Maradona; spettatori: 29793.

Serie A 1990-1991, day 26 Sampdoria – Napoli 4-1 (Cerezo, 2 Vialli, Maradona, A.Lombardo)

12′ Cerezo, 19′ e 64′ Vialli, 75′ rig. Maradona (NA), 85′ Lombardo A.

Ilaria Mondillo

Ilaria Mondillo, Napoli 1994
@sigonfialarete – @RadioCRC