Gonfia la Rete | Not an Ordinary Soccer Site

Serena Salvione: “Il Napoli prosegue nella sua internazionalizzazione”

Tempo stimato per la lettura1minuto, 35secondi

Nell’ambito dell’incontro Sport e Social, tenutosi a Firenze, è intervenuta Serena Salvione, head of business development del Napoli: “Per noi della SSC Napoli l’attenzione verso il mercato estero è stata una necessità per via dell’interesse verso di noi da parte dei tifosi stranieri. Il Napoli interagisce sempre di più con i diritti di immagine dei giocatori. L’internazionalizzazione è un esempio di questo tipo di lavoro perché i nostri giocatori sono delle star nei loro paesi di origine. Fino ad un anno e mezzo fa il Napoli comunicava solo in italiano. Siamo gli unici al mondo a detenere e gestire direttamente il 100% dei diritti di immagine dei giocatori.”

“Abbiamo scoperto che il primo paese per numero di follower del Napoli è l’Algeria per via di Ghoulam, un altro paese che segue tanto la squadra è il Brasile. Internazionalizzare vuol dire anche usare canali diversi come SinaWeibo e WeChatApp o Dugout. Le media partnership in alcuni paesi ci hanno permesso di diffondere il brand in paesi come il Canada o gli USA. In breve tempo e senza molto investimento tramite Media Partner e Influencer abbiamo creato buzz in paesi stranieri facendo conoscere il brand. A giorni porteremo sui nostri canali social 2 nuove lingue, arabo e portoghese. Presto francese e indonesiano

Abbiamo coinvolto i tifosi con TheYoungPope e GomorraLaSerie arrivando a livelli di engagement altissimi. In quel caso abbiamo coinvolto Mertens con l’attore Salvatore Esposito per tranquillizzare i tifosi e appassionati della serie che vedevano contrapporsi una puntata con Napoli-Juventus. L’obiettivo è quello di creare contenuti attorno al nostro brand. Abbiamo lavorato insieme al Milan sul mercato straniero per un match proprio di Napoli-Milan con due tifosi provenienti dalla Cina. Abbiamo trasmesso in live streaming, sui nostri canali cinesi, una settimana passata di alcuni tifosi azzurri provenienti dalla Cina, che hanno vissuto con i loro beniamini, dall’allenamento alla trasferta a Roma. Infine abbiamo chiuso degli accordi in Polonia con Milik e Zielinski testimonial di alcune loro pubblicità”.

Marco Giordano

Classe 1984, giornalista sportivo ed appassionato di match-analysis.

FACEBOOK