Ghoulam: “Infortunio? Sono tranquillo grazie ai miei compagni. Noi fuori dalla Champions per il campionato…”

Estimated reading time:1 minute, 30 seconds

Lunga intervista rilasciata da Faouzi Ghoulam e Le Buteur. Tantissimi i temi toccati, uno su tutti l’infortunio: “Dobbiamo accettarlo, andiamo avanti. Ora serve pazienzasoprattutto lavorare per cercare di tornare il prima possibile. Il sostegno dei miei compagni non mi sorprende. A Napoli si è formata una famiglia. Mi dà la forza di tornare il prima possibile. Alcune cose mi hanno ferito: per esempio, ho letto che avrei simulato la mia malattia e che mi ero iniettato un virus influenzale, ma come puoi tollerare queste cose? Francamente, hai una sola risposta se non la cattiveria gratuita! Quando ti ritrovi nel tuo letto e hai la febbre e il giorno dopo leggi un giornale che cerca di mettere in discussione il tuo patriottismo, sì, è molto difficile” 

“Napoli fuori dalla Champions? Sì certo, è un fallimento! Avevamo i mezzi per andare oltre. E poi un club come il Napoli non può permettersi di saltare un simile risultato, ma penso che siamo stati così concentrati sulla corsa al campionato che siamo finiti per avere meno aggressività e concentrazione in Champions League. Questa competizione non perdona. Scudetto? Questa è una parola che non pronunciamo qui a Napoli perché sono superstiziosi. Io sono un credente, non mi preoccupo, ma rispetto i sostenitori di questo grande club, evito di pronunciarlo nelle mie dichiarazioni. Ounas? Ero un po’ dispiaciuto con lui perché non mi chiamò all’inizio prima di questa avventura ma sapevo che sarebbe arrivato a Napoli avrei voluto mi avesse chiamato un po’ prima. E’ stata una scelta eccellente per Adam.Se vince a Napoli diventerà presto uno dei migliori giocatori in Italia e in Europa. Gli abbiamo consigliato come gestire la sua carriera, tutti sanno che è un giocatore di talento. Cerco di aiutarlo come posso, con Khalidou, Mertens e cerchiamo di farlo inserire perché penso che abbia un grande futuro davanti”