Pardo: “Cavani e Benzema superiori a Balotelli. Mondiale? Francia la mia favorita”

Estimated reading time:1 minute, 12 seconds

PARDO, MONDIALE, NAPOLI A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Pierluigi Pardo, giornalista

“L’assenza dell’Italia dal Mondiale che ci addolora non poco, ha però di fatto tolto molto spazio mediatico al calcio parlato. Questo Mondiale invece è stato impostato in maniera diversa ed è molto bello perché è in chiaro e tutti possono seguirlo. Difficilmente non abbiamo l’ossessione del tifo nelle grandi manifestazioni calcistiche e invece questo Mondiale lo sta offrendo perché senza l’Italia c’è meno pressione e più divertimento. La sensazione di vivere un Mondiale senza l’ossessione di tifare e gufare non capita mai e forse per questo è molto seguito.

Penso che la Svizzera sia favorita sulla Svezia perché ha attributi mentre Inghilterra-Colombia è molto equilibrata. Credo che la Francia sia la favorita di questo Mondiale, ma poi il singolo episodio può condizionare.

Mbappè mi ha sbalordito, ma non è che avessi grandi dubbi su di lui, ha solo avuto un’accelerazione nel suo processo di crescita da top player. L’atteggiamento difensivo dell’Uruguay pure mi è piaciuto.

Benzema è una prima punta piena, da area di rigore mentre Cavani lo conosciamo bene ha generosità e talento da vendere e nei tempi di Napoli veniva a prendersi il pallone anche a metà campo. Balotelli è un po’ inferiore a Cavani e Benzema, ma ha dato la sensazione netta di essere cambiato e migliorato e può fare la differenza per cui parliamo di un prospetto interessante”.