News

Mancini-Inter: “Dimissioni? Vedremo nei prossimi giorni”

Alle tensioni tra Roberto Mancini e l’Inter si aggiunge la sconfitta al debutto nella International Champions Cup. I nerazzurri perdono a per 3-1 contro il Paris Saint Germain con la complicità di Handanovic, che si fa sorprendere sui gol su punizione di Aurier e Kurzawa.

Alla squadra interista non basta il rigore segnato da Jovetic, già in grande forma rispetto ai compagni. Il ko, in ogni caso, contro i parigini non è la faccenda più spinosa che il club di corso Vittorio Emanuele deve gestire in questo momento.

download

Il vero problema in casa Inter è legato alle tensioni che – anche dopo l’incontro tra l’allenatore e Thohir – sono rimaste sopra il livello di guardia. Nella riunione durata circa un’ora e mezza, il tecnico e il presidente – in questo momento l’uomo di fiducia di Suning – si sono scoperti lontani, se non lontanissimi.

Mancini ha sottolineato che quello portato avanti fino ad oggi non è il mercato da lui richiesto. A fine campionato, l’ex City aveva chiesto degli acquisti per colmare la distanza dalla Juventus e dalla altre squadra arrivate davanti in classifica. La risposta del Tycoon è stata tutt’altro che rassicurante e conciliante. Thohir ha spiegato che le linee della campagna acquisti non muteranno e che si punta a giovani di prospettiva.

Il numero uno dei nerazzurri ha voluto, comunque, ribadire che i nuovi proprietari puntano su di lui e che lo ritengono il cardine del piano triennale varato al momento del suo ingaggio. A Mancini questo non basta. “Dimissioni? Non è cambiato nulla rispetto a due giorni fa, la situazione è normale. Vedremo nei prossimi giorni. L’incontro con Thohir? Non c’è nulla da chiarire in merito”, ha detto a fine match il Mancio proseguendo: “Icardi incedibile? Bisogna chiederlo al presidente. Candreva? Anche questo si deve chiedere al presidente”.

La tensione sale, adesso sarà fondamentale – per non andare alla rottura totale tra le parti ad un là dall’inizio della stagione – il vertice in programma il 27 tra il tecnico, Thohir e i dirigenti del colosso asiatico.