News

Sarri: “Higuain? Non ne parlo volentieri, mi aspettavo una telefonata.”

Una lunghissima intervista, quella dell’allenatore del Napoli Maurizio Sarri, rilasciata ai colleghi del Corriere dello Sport. Ve ne proponiamo alcuni stralci.

Su Higuain: “Mi risulta difficile soffermarmi su di lui che ho appena visto con indosso la maglia della Juventus. Ne parlo, ma non volentieri. La scelta è stata sua, perdiamo il più forte centravanti al mondo, ma dal punto di vista personale resta l’amarezza: perché mi aspettavo che facesse almeno una telefonata, magari cinque minuti prima che cominciasse le visite mediche. Mi ha ferito persino che si parlasse di Higuain, prim’ancora che andasse alla Juventus. Devo dar fiducia a Gabbiadini”.

image

Sul campionato e sui cinque scudetti vinti dalla Juventus: “Un dato inquietante per il movimento calcistico italiano, perché rende il prodotto meno appetibile. Hanno grosse responsabilità anche loro, perché c’è sempre il campo che deve dare il proprio responso. Ci saranno trentotto partite e posso assicurarvi che loro ne avranno una difficilissima, quasi proibitiva, il 2 aprile allo stadio San Paolo”. 

Sul secondo posto: “Io non firmo un bel niente. La Juventus ne ha vinte 28 nelle ultime 30. Reggere era quasi impossibile e non abbiamo niente da farci perdonare. Però si riparte da zero ed io non le firmo nulla”.