News

Piccinini: “È stata una nottata infernale all’hotel Vesuvio”

“E’ stata una notte infernale all’hotel Vesuvio, tutti a cercare il Matador nei corridoi. Ieri moltissimi tifosi erano fuori l’hotel, volevano consegnare dei cornetti a Cavani, ma questa la gag fa capire che la ferita Higuain è ancora aperta.

 – Cosi Sandro Piccinini ai microfoni di Radio CRC nel corso di ‘Si Gonfia la Rete’ di Raffaele Auriemma –

Sarri crede molto nel gioco di squadra per cui vuole un centravanti di manovra mentre Montella, per esempio, si sta ricredendo su Bacca al di là della tripletta perché il calciatore comincia a fare i movimenti che gli piacciono anche in allenamento.

Fossi nel Napoli, avendo Gabbiadini e Milik non mi spenderei molti soldi per Kalinic. Il problema di base però resta perché il Napoli non è stato pronto di fronte ad una situazione, quella della cessione di Higuain, abbastanza prevedibile.

Il Napoli l’anno scorso nella fase difensiva ha retto benissimo a differenza del Milan per cui una partita storta di Koulibaly a Pescara ci sta, ma non credo che possa rischiare molto stasera. Il Milan, invece, rischia parecchio, è in emergenza ed è per questo che sta provando a resistere alla cessione di Romagnoli.

28 milioni per Maksimovic mi sembrano una follia, a meno che questo non significhi che poi un’ora dopo parta Koulibaly portando alle casse del Napoli 50 milioni, ma in assoluto mi sembrano valutazioni molto gonfiate”.