News

Sassuolo, il ds Carnevali: “Presenteremo ricorso contro la sconfitta a tavolino”

Una doccia fredda per il Sassuolo che si è visto togliere il primato dal Giudice sportivo per la posizione irregolare del calciatore Ragusa entrato al 20′ della ripresa al posto di Politano domenica contro il Pescara, gara finita 2-1 per gli emiliani ma trasformata in uno 0-3 a tavolino: questa la sentenza contro la quale il Sassuolo presenterà ricorso e proprio sulla questione è intervenuto ai microfoni di “Si Gonfia la Rete” di Raffaele Auriemma, Giovanni Carnevali, direttore sportivo del Sassuolo:

“Sconfitta a tavolino? Faremo ricorso a quanto accaduto con la speranza che ci vengano ridati questi 3 punti che abbiamo guadagnato sul campo. La motivazione si sta analizzando e valutando perché il giudice sportivo parla di una mancanza, di un aspetto informatico e stiamo capendo realmente cosa è accaduto. Da parte nostra, abbiamo adempito a tutta la documentazione sul calciatore e se è successo un inconveniente tecnico, si tratta di una banalità. Ripeto, siamo fiduciosi perché abbiamo fatto tutto in regola, il problema potrebbe essere informativo”.

Il ds del Sassuolo sembra esser ottimista anche sul futuro del club: “Abbiamo l’opportunità di avere una grandissima proprietà perché Squinzi ha un modo di vedere e condurre il calcio unica: noi lavoriamo in un certo modo e non accade in tutte le società. Al di là delle possibilità economiche della proprietà, poi bisogna fare i conti con il fair play finanziario per cui la società deve viaggiare con le proprie gambe ed è per questo che cerchiamo di tenere i conti a posto. Abbiamo un progetto che cerchiamo di portare avanti con semplicità e puntiamo sugli italiani con l’intento di valorizzarli.”

Il presidente Squinzi ed il Ds Giovanni Carnevali
Il presidente Squinzi ed il Ds Giovanni Carnevali

Il segreto delle vittorie dei neroverdi, che tanto hanno meravigliato in questi anni, forse è celato nel proprio allenatore Eusebio Di Francesco e proprio sul tecnico il ds spiega quanto sia stato difficile trattenere il mister: “Non è stato difficile trovare un accordo con Di Francesco. Aveva delle opportunità importanti, società di grande livello erano interessate a lui, ma noi abbiamo un ottimo rapporto con l’allenatore e il suo modo di pensare è simile al nostro. Abbiamo gli stesi obiettivi, c’è grande coesione e questo ha dato forza a noi e a lui per cui gli abbiamo allungato il contratto per i prossimi 3 anni e lui ha scelto ancora il Sassuolo. Devo dire che quando si ragiona allo stesso modo è facile andare avanti con grande serenità.”

Il calciomercato dalle 23:00 di ieri sera è ufficialmente chiuso ed il Sassuolo ha una certezza in più: aver trattenuto il proprio bomber e proprio su Berardi, Giovanni Carnevali racconta come ha convito il ragazzo a restare:Aveva offerte importanti, ma tutto è partito da una scelta del giocatore. Berardi voleva restare al Sassuolo e noi abbiamo preferito che restasse. Siamo stati felici entrambi, continuare insieme è stata la cosa migliore per tutti: lui continuerà a crescere e noi avremo la possibilità di continuare il cammino insieme, ma ripeto la volontà di restare è stata principalmente la sua.”

Il Ds ha poi dato un giudizio anche sul mercato portato a termine dal club del Patron Aurelio De Laurentiis: “Il Napoli ha fatto un grande mercato, ma non ne avevo dubbi visto il talento di Giuntoli. Quello italiano non è il campionato più importante per cui ci sta che i calciatori vedano la serie A solo come una tappa di passaggio ed è per questo che spesso le clausole rescissorie servono. Quando arrivano certi club poi, a prescindere dalla clausola, si fa fatica a tenere certi giocatori. Zaza è stato vicinissimo al Napoli, come Sportiello. Non so se a gennaio potrà accadere qualcosa col Napoli, adesso ognuno deve dare il meglio per la squadra in cui gioca”.