News

Napoli-Besiktas 2-3: le pagelle della nostra redazione

Ciò che doveva esser un sogno è diventato un incubo. Il Napoli per la prima volta sconfitto in casa in una competizione europea.

Reina 5
Il terzo gol di Aboubakar era in fuorigioco, ma, nel dubbio, lui lì deve uscire, come fa spesso molto bene, ma come non ha fatto ne oggi, ne sabato sul secondo gol di Dzeko. Anche il primo gol, sebbene non sia lui il responsabile principale, arriva da un tiro non irresistibile a cui poteva sicuramente opporsi meglio di come ha fatto.

Maggio 5
Meno bene rispetto alle prime due uscite stagionali, si perde Adriano sul primo gol complice anche il mancato sostegno di Callejón.

Chiriches 5
Qualche disattenzione di troppo macchia quello che sarebbe potuto essere un debutto stagionale positivo. La buona notizia, se così si puó dire, è che sembra pienamente recuperato e arruolabile.

Koulibaly 5
Tante sbavature. In occasione del primo gol non affronta Quaresma con la dovuta cattiveria, uno con i suoi mezzi poteva certamente contrastarlo con maggior efficacia

Ghoulam 6
Uno dei più positivi. Costante e spesso efficace la sua proiezione offensiva.

Jorginho 4,5
Il modo in cui regala il primo gol ad Aboubakar, finora ancora a secco in questa stagione, si commenta da solo, soprattutto considerando la recidività (vedi Napoli-Benfica). Il fatto che Sarri si convinca a fargli finalmente subentrare Aboubakar la dice lunga sul suo momento di forma…

Hamsik 5,5
L’azione del gol di Mertens nasce dai suoi piedi. Uno dei piú positivi e propositivi della serata.

Zielinski 5,5
Bravo in diverse circostanze a dare il cambio di passo a un centrocampo in difficoltà. Un po’ troppi peró gli errori anche non forzati.

Insigne 5
La prova non è neanche così malvagia come si potrebbe pensare, anche a giudicare dalla pioggia di fischi che lo travolge al momento dell’uscita dal campo. I 0 gol segnati in stagione e il rigore battuto con poca personalità pesano peró come un macigno.

Mertens 7:
Lo abbiamo scritto anche sabato: quello che era il 12esimo è diventato il top player di questa squadra. Non sfigura da falso nueve, ma per come sta, non sfigurerebbe neanche in porta.

Callejón 6:
Sicuramente molto più positivo di quanto visto con la Roma, oggi interpreta la partita con ben altra cattiveria ed efficacia. Da un po’ meno sostegno del solito in fase difensiva e sul primo gol manca il suo appoggio a Maggio. Chissà che non sia stato un dettame tattico, in un Napoli senza centravanti.

Gabbiadini 6,5:
Non era affatto scontato che in un momento del genere entrasse in campo e calciasse quel rigore con così tanta freddezza e personalitá. Era stato bravo anche a segnare in bello stile il gol del 3-2 poi annullato, ma va detto anche che se si trova in fuorigioco è perchè ha sbagliato completamente il movimento come purtroppo a volte gli capita.

Diawara 6
Va giudicato in altre situazioni meno “disperate”, per usare un’espressione alla Sarri, ma entra in campo con la voglia di spaccare il mondo e tanta personalità che sicuramente avranno permesso al pubblico di apprezzarlo.

Allan sv

Sarri 5
Tre sconfitte consecutive, squadra smarrita, scelte discutibili. Bravo a dare finalmente fiducia a Diawara (speriamo non sia stata solo una “mossa della disperazione”)

Andrea Falco