News

NAPOLI-EMPOLI 2-0, le pagelle: bene i 3 piccoli, riecco Jorginho

Il Napoli batte l’Empoli 2-0, non senza qualche patema, e si riprende il terzo posto sfruttando al meglio la 3 giorni positiva offertagli dal calendario: il modo migliore per andare a Torino con qualche fantasma in meno nella testa. Le pagelle:

Reina 7 Bravo con un paio di uscite alte a risolvere situazioni che sarebbero potute diventare pericolose e soprattutto a opporsi a Maccarone nell’unica grande palla gol. Festeggia bene la 100esima in azzurro, senza (finalmente) prendere gol.

Maggio 5 Da un suo contrasto perso a metà campo nasce la più clamorosa occasione per gli ospiti. In fase offensiva si propone sempre coi tempi giusti e a tutta velocità, ma non gestisce benissimo le situazioni negli ultimi 20-30 metri una volta ricevuta palla.

Chiriches 7 Non rischia nulla ed è bravo in fase di prima impostazione della manovra. È il migliore che il Napoli ha in questo fondamentale con l’assenza di Albiol. Il gol che stronca i fantasmi è la specialità della casa.

Koulibaly 6 A volte abbassa pericolosamente la concentrazione come quando si fa saltare in testa dal diretto avversario senza la dovuta cattiveria. Nel complesso una prova sufficiente dell’intoccabile della difesa, in cui spicca una chiusura importantissima su Pucciarelli al 76′

Ghoulam 6,5 Torna molto bene dopo il riposo in Calabria. Un pendolo che oscilla on continuazione sulla fascia sinistra dando sempre importante sostegno alla manovra.

Jorginho 6,5 Voto di incoraggiamento per un giocatore importantissimo per le sorti del Napoli che oggi ha fatto un notevole passo in avanti rispetto alle recenti prestazioni. Ridotto il numero degli errori, bravo anche in fase difensiva e per la prima volta finisce negli highlights con una conclusione dal limite veramente degna di nota sulla quale Skorupski si supera. Il riposo gli ha fatto bene.

Diawara 6 Forse un po’ in ritardo su alcune chiusure, entra comunque bene in campo e dimostra di essere un’alternativa più che valida per questo Napoli.

Zielinski 6 Alcune accelerazioni degne di nota e qualche errore di troppo in uscita che deve provare ad eliminare dal suo sempre apprezzabile repertorio.

Allan 6,5 Conferme importanti dopo l’ottima prova di Crotone. Preziosissimo nel contributo al recupero “alto” del pallone ed in ció che Sarri chiama “difendere in avanti”.

Hamsik 6 Entra e dà subito gran qualità al giro palla facendo respirare la squadra.

Insigne 6,5 Una serie di filtranti e di aperture da gran finitore. Partenza scatenata, si perde un po’ alla distanza: il gol arriverà.

Callejón 7 Assist perfetto e tante altre cose. Sempre Bravissimo nell’attaccare la linea coi tempi giusti, lavoro sempre importante che è diventato ancor più fondamentale da quando il Napoli è privo di un centravanti.

Mertens 7+ Ancora decisivo, l’unica vera domanda è se potrà giocarle sempre tutte ogni tre giorni perchè deve farlo per forza: oramai per il Napoli è imprescindibile; a prescindere dal ruolo.

Sarri 6: Fedele al suo calcio anche, e forse soprattutto, col falso nueve. Risparmia qualche uomo importante in vista della doppia trasferta Torino-Instanbul, soprattutto risparmia Hamsik. Il turnover sarebbe potuto essere anche ulteriormente allargato, ma la partita si è dimostrata poi non così semplice e dunque bene ha fatto a non eccedere.

Di Andrea Falco