News

MATCHANALYSIS – Lazio: allenatore giovane, idee vecche (ma proficue)

Contro il Napoli, Simone Inzaghi riproporrà la difesa a 3 per la quinta volta in stagione (dati transfermarkt.it)

lazio-modulo

Le quattro gare dove, finora, Inzaghi ha utilizzato questo sistema sono state contro Juventus e Milan in test ritenuti particolarmente probanti e contro Pescara ed Empoli, le due formazioni che per stessa ammissione dei loro tecnici maggiormente s’ispirano al calcio di Sarri

Quello disegnato da Inzaghi, è un 3-5-2 con uno dei centrali che si stacca facendo una densità nei pressi dell’area piccola del portiere (mappe termiche tratte da whoscored.com in Lazio-Empoli e Napoli-Empoli) come una sorta di libero (ruolo che da decenni non è più utilizzato), mentre gli altri due centrali si staccano per andare a prendere gli attaccanti esterni, con un baricentro medio che resta molto basso. In parte, questo meccanismo, ricalca l’idea di Gasperini e quindi di Juric: ed è per questo motivo che Inzaghi (visti i risultati di Genoa ed Atalanta col Napoli) Inoltre, nessuno dei difensori va a fare densità al centro per impostare il gioco. Situazione inversa, come dimostra la seconda mappa, avviene al Napoli, con grande intensità espressa nei pressi del centrocampo, con una linea difensiva tenuta sempre molto alta. Indicativo che il Napoli non faccia densità rilevabile (quella di colore verde) nella sua area di rigore

confr

Inoltre, la Lazio è la squadra con maggiore cattiveria agonistica della Serie A: quasi 23 tackle di media a gara, nessuno in Italia cerca il contatto uomo contro uomo come i biancocelesti a differenza del Napoli che è la penultima squadra del campionato nella ricerca del contrasto

stats