News

Champions, arriva il ‘no’ al VAR. La UEFA: “Non siamo convinti, occorre un regolamento chiaro e preciso”

VAR

VAR CHAMPIONS LEAGUE – Erano tante le ipotesi spuntate fuori sul possibile utilizzo del VAR in Champions League, in particolar modo quella avanzata dal Times, che prevedeva l’ipotesi di introduzione del mezzo tecnologico di assistenza agli arbitri dai quarti di finale in poi. E come prevedibile, è arrivata senza troppa attesa la risposta ufficiale della UEFA che, attraverso le parole rilasciate dal proprio presidente Ceferin al giornale sloveno Ekipa, ha smentito il possibile uso del VAR nelle coppe europee.

“Non so da dove spunti fuori questa possibile introduzione del VAR a partire dai quarti di finale della prossima Champions League. Questa ipotesi non è mai stata discussa. La UEFA esclude l’introduzione dello strumento tecnologico quest’anno. Il VAR non mi convince ancora, ci sono ancora tanti aspetti da chiarire. In primis, chi ha il potere decisionale di utilizzarlo o meno? L’arbitro o l’assistente al VAR? Il pubblico è perplesso, ma non capisce certe dinamiche. Ho avuto un colloquio con il designatore Rosetti. Sappiamo che un giorno il VAR sarà presente anche in Champions League, ma intanto bisogna valutare a fondo la situazione. Quando verrà il momento, allora, sceglieremo tecnologia ed arbitri adatti per tutta l’Europa. Ad oggi il VAR necessita di un regolamento chiaro e preciso”.