News

Morte Belardinelli: sequestrata una seconda auto a Napoli, Piovella resta in carcere

MORTE BELARDINELLI – Le indagini sulla morte di Daniele Belardinelli, il tifoso dell’Inter investito durante gli scontri di Milano del 26 dicembre, si arricchiscono di nuovi particolari. Il primo è una conferma: il capo ultras Marco Piovella, in carcere dopo la testimonianze di Luca Da Ros (pentito e dunque collaboratore di giustizia), non verrà rilasciato nelle prossime ore. Resta quindi lui uno dei principali colpevoli dell’agguato organizzato ai tifosi del Napoli.

Un’altra auto sequestrata

Ad arricchire la vicenda è però il sequestro di una seconda auto, sempre nella città di Napoli, che si trovava sul luogo del delitto a Santo Stefano. E non è tutto: questa seconda macchina potrebbe aver travolto Belardinelli, per poi scansarsi. A completare l’opera sarebbe stata l’ormai famosa Volvo nera, confermando le iniziali ricostruzioni.