Capello: “Scudetto 2006 all’Inter? Una comica. Razzismo? In Italia comandano gli ultras”

Estimated reading time:1 minute, 13 seconds

Non accenna a placarsi, a distanza di tantissimi anni, la polemica sullo Scudetto del 2006 assegnato all’Inter dopo i fatti di Calciopoli. La Juventus continua a presentare ricorsi (che finora sono stati tutti respinti) mentre ovviamente addetti ai lavori che hanno vissuto quelle stagioni si esprimono costantemente sulla situazione. Stavolta è stato il turno di Fabio Capello, che era l’allenatore di quella Juventus: il tecnico ex Milan e Roma ha infatti contestato nuovamente (e apertamente) la decisione di assegnare lo Scudetto del 2006 proprio ai nerazzurri, che in quel campionato terminarono terzi.

Capello, ancora polemiche sullo Scudetto del 2006 assegnato all’Inter

Capello ha infatti parlato a Radio Anch’io Sport della questione, mostrandosi ancora adirato e deluso per la decisione che ha riguardato quel campionato: “Lo Scudetto del 2006 assegnato all’Inter è stata una comica, una cosa assolutamente ingiusta. Non furono rispettati i tempi e le regole e non fu data possibilità alla giustizia sportiva di operare correttamente. Il Commissario Guido Rossi agì in maniera troppo frettolosa”.

Capello si è poi esposto anche su altri argomenti di attualità, come il razzismo negli stadi e la situazione di Gonzalo Higuain: “Quando ci sono episodi di razzismo i giocatori dovrebbero sedersi in campo e non dovrebbe esserci alcuna sanzione contro di loro. L’Italia è l’unico posto dove gli ultras comandano e i giocatori vanno a salutarli. Higuain? Secondo me gli è rimasto dentro il rigore sbagliato contro la Juventus, mi auguro per il Milan che torni ad essere il giocatore che è stato in questi anni di Serie A”.

CALENDARIO

gennaio: 2019
L M M G V S D
« Dic    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

FACEBOOK