Inter Napoli News

Il Corriere non ci sta: “Liberi di insultare, siete autorizzati. Dai Koulibaly, ci vuole il cuore di pietra”

Koulibaly

CDS KOULIBALY – Niente da fare per Kalidou Koulibaly. L’obiettivo del Napoli era quello di ridurre la squalifica inflitta al difensore senegalese dopo l’espulsione rimediata lo scorso 26 dicembre. Inter – Napoli resterà, per tutti i tifosi del Napoli, una gara difficile da dimenticare. Non tanto per la sconfitta ma per i cori e gli ululati razzisti nei confronti del centrale azzurro.

Il Corriere ironizza sulla sentenza della Corte d’Appello

Ieri la Corte d’Appello Federale ha respinto il ricorso presentato dal Napoli. I colleghi del “Corriere dello Sport” non ci stanno e ironizzano sulla decisione della FIGC.
“Liberi tutti, come s’usava da bambini: liberi di starsene in uno stadio, liberi di insultare, di andare a scuotere la sensibilità di un uomo, di vomitare addosso quel che pare a loro, le più vergognose espressioni. Liberi di calpestare, fino a prova contraria o anche sino a quanto la pazienza non avrà superato il limite della sopportazione umana.

Fate come vi pare, siete autorizzati, perché resta ancora netta la separazione tra giurisprudenza e buon senso e quello tra stadio e società civile: là dentro, non ci sono freni, non ce ne saranno, bisognerà avere un cuore di pietra o anche un timer nel cervello che consenta di calcolare alla precisione la propria reazione istintiva. Mica si possono interrompere le partite per consentire che un calciatore, quell’uomo, sommerso di ‘buu’ resti limpidamente sereno: dai, ci vuole self-control. E non basta presentarsi emozionato e colpito, a raccontare cosa sia l’inferno dentro perché è dura ‘spiegarlo alla mamma, ai propri figli”.