Altre squadre Napoli Sampdoria

Giampaolo: “Ancelotti l’unico a poter cambiare il Napoli. Zielinski il più forte mai allenato”

Giampaolo durante una gara
Intervistato da La Gazzetta dello Sport, il tecnico della Sampdoria Marco Giampaolo ha rilasciato alcune dichiarazioni su Napoli e Sampdoria

Intervistato da La Gazzetta dello Sport, il tecnico della Sampdoria Marco Giampaolo ha rilasciato alcune dichiarazioni sulla partita di domani tra Napoli e Sampdoria. Giampaolo ha parlato non solo della sfida di domani ma anche del Napoli di Sarri, così come di Ancelotti e della possibilità di allenare proprio gli azzurri dopo l’addio del tecnico precedente, oggi allenatore del Chelsea.

Giampaolo su Napoli, Sarri, Ancelotti e sulla gara di domani

“Il Napoli di Sarri era un’opera d’arte, Ancelotti era il miglior pittore che il Napoli potesse prendere. Non so se io avrei potuto cambiare qualcosa ma lui c’è riuscito e forse era l’unico che potesse farlo. Sinceramente mi basterebbe avere anche solo uno dei trofei che lui ha in bacheca…Però ho avuto due suoi giocatori: Mario Rui, che mette molta cattiveria quando il livello di competizione si alza, ma anche Zielinski, il centrocampista più forte che ho allenato, un centrocampista universale.

Il Napoli è una squadra che ti costringe a difendere con tantissimi uomini, si tratta di una compagine dall’offensività straripante, con il palleggio ti consumano. Impossibile pensare solo a difendersi. Oggi il calcio è rassegnato di fronte al dominio strutturale della Juventus: l’unica speranza per tutte è che possano avere un calo motivazionale improvviso, magari con una rivale in grado di vivere un momento magico”.