News Udinese

Dalla tragedia familiare al miracolo Crotone: l’incredibile storia di Davide Nicola

Davide Nicola
Davide Nicola affronterà, per l'ennesima volta nella sua carriera, il Napoli domenica pomeriggio: ecco la sua storia, dalle tragedie al miracolo sportivo

Davide Nicola affronterà, per l’ennesima volta nella sua carriera, il Napoli domenica pomeriggio, stavolta da allenatore dell’Udinese dopo averlo fatto spesso sia da calciatore che da tecnico, in passato. La forza di volontà all’attuale tecnico friulano non è di certo mai mancata, come testimoniano d’altronde i suoi risultati in campo e fuori. Dopo una difficoltà Nicola ha saputo sempre reagire e rialzarsi, per affrontare nuovamente le sfide che la vita e la carriera gli ponevano davanti.

Davide Nicola, l’uomo che non molla mai: ecco la sua storia

Da giocatore, Nicola ha difeso per lunghissimo tempo i colori del Genoa, “spalmando” la sua avventura in tre annate differenti, non facendosi però mancare altre esperienze in club noti come Torino, Siena, Ternana e Spezia, prima di ritirarsi nel 2010. La sua carriera da allenatore è inizata proprio nella squadra in cui si è ritirato, ovvero il Lumezzane: per due anni allena il club, sfiorando anche la promozione ai playoff nella prima annata. Dal 2012 al 2014 allena il Livorno, con risultati dapprima molto interessanti (promozione in Serie A al primo anno) e poi in fase calante (esonerato, viene poi richiamato ma non riesce a evitare la retrocessione del club). Il 2014 è purtroppo un anno nefasto per Davide Nicola, che perde tragicamente il figlio di 14 anni durante l’estate: il ragazzino, infatti, viene investito da un autobus mentra va in mountain-bike.

Nonostante la tragedia, Nicola riprende subito a lavorare, tuffandosi in un’avventura con il Bari in Serie B: dopo aver totalizzato il miglior girone d’andata nella storia del club (35 punti, solo Conte aveva fatto meglio con 37), perde colpi nel finale di campionato e viene mandato via. Dopo alcuni mesi di inattività, Davide Nicola si ritrova ad allenare un po’ per caso il Crotone, dopo che l’allenatore della promozione Ivan Juric era stato esonerato. Partito non benissimo, Nicola finirà per realizzare una grande impresa sportiva: partendo con la squadra ultima in classifica, riesce a far fare ai suoi un incredibile girone di ritorno, guadagnando la salvezza all’ultima giornata a spese dell’Empoli. In seguito al traguardo, Nicola manterrà anche la promessa di fare un giro d’Italia in bicicletta: la sua prova viene patrocinata da vari enti e va a toccare tutte le città in cui l’uomo ha giocato oppure allenato.

Nonostante una partenza positiva nell’anno successivo, con la squadra fuori dalla zona retrocessione, Davide Nicola si dimette per via di alcune divergenze tecniche con la proprietà (il Crotone poi retrocederà con Zenga in panchina). Pochi mesi fa, invece, ecco arrivare una nuova avventura da subentrato all’Udinese, con la gara d’esordio vinta contro la Roma e una lotta salvezza che diventa – col passare delle giornate – sempre più aspra. Ma Davide Nicola è uno che non si arrende mai, lo ha già dimostrato ampiamente. Il Napoli dovrà faticare per avere ragione della sua Udinese e, al di là di questo, il tecnico è pronto per provare a scrivere un’altra storia di salvezza nel suo curriculum.