Atalanta Interviste

Atalanta, Gosens: “Juve e Napoli a parte, per il resto poche squadre possono batterci”

Gosens ha rilasciato un'intervista al Corriere di Bergamo riguardo il campionato e le gare di Europa League.

GOSENS ATALANTA NAPOLI – Robin Gosens, esterno dell’Atalanta, è uno dei calciatori più in vista della serie A. Oggetto del desiderio di molti club, tra cui anche il Napoli che lo sta seguendo molto da vicino, Gosens ha rilasciato un’intervista al Corriere di Bergamo riguardo il campionato e le gare di Europa League.

Ecco quanto dichiarato dal centrocampista tedesco classe 1994: “Il City vincerà la Champions ne sono sicuro è la squadra più forte. Noi siamo distanti 6 punti dal quarto posto, non sono pochi ma neanche tantissimi. E poi l’Inter è in difficoltà, l’ho vista a San Siro con l’Eintracht. Non dobbiamo avere paura di lei. Ma detto questo dobbiamo rimanere calmi. Abbiamo dimostrato che se giochiamo come sappiamo, ci sono poche squadre che possono batterci. In campionato, Juve e Napoli a parte, tutte siamo in un unico calderone. Però dobbiamo procedere a passi. Perché già essere in lizza per il terzo anno di fila per l’Europa League è un traguardo storico per l’Atalanta. Gli obiettivi devono crescere secondo logica. Utilizzare la Coppa Italia per l’Europa? La strada più corta e più semplice è sempre la coppa. Ma, contemporaneamente, è la più imprevedibile. Con la Fiorentina partiamo da un ottimo risultato, ma anche i viola potrebbero venire a Bergamo e segnare tre gol. In questo momento stiamo benissimo. Nei secondi tempi quando gli altri calano, noi continuiamo a crescere. Quindi abbiamo sempre la forza per poter ribaltare uno svantaggio. Il mio futuro? Il mio sogno è la Bundesliga, visto che sono tedesco mi piacerebbe giocare a casa mia. Ma ci deve essere un progetto serio e ambizioso, perché a Bergamo lotto per l’Europa League. A me piace l’Italia e la cultura che c’è qui. Sto bene, ma è imprescindibile che il club abbia un piano valido. Come quello dell’Atalanta”