Interviste Napoli

Sassuolo, Squinzi: “Zapata era nostro, poi intervenne De Laurentiis: pensammo ad azioni legali”

Duvan Zapata esulta dopo una rete

SASSUOLO ZAPATA – Atalanta-Sassuolo è la partita che può coronare il sogno di Gasperini e soci di entrare in Champions League dalla porta principale. I neroverdi tuttavia non faranno regali, a giudicare dalle parole di Giorgio Squinzi. In un’intervista alla ‘Gazzetta dello Sport’, il patron degli emiliani ricorda inoltre un aneddoto su Duvan Zapata, prossimo avversario: “Ogni volta che lo vedo m’innervosisco. Perché era un nostro giocatore grazie a un’intuizione del d.s. Bonato, aveva già firmato il contratto (estate 2013, ndr), poi è intervenuto De Laurentiis e lui ha cambiato idea andando al Napoli. Avevamo anche pensato a qualche azione a tutela dei nostri interessi, poi abbiamo rinunciato: non siamo una società rancorosa. Zapata è un vero fenomeno, ha solo impiegato un po’ di tempo a mostrare quanto è forte”.