Bologna News

Stadio Dall’Ara, un inno alla memoria e alla storia del Bologna

Stadio Dall'Ara
Più di tanti altri stadi italiani, il Dall'Ara di Bologna è un vero e proprio inno alla memoria e alla storia del proprio club, in tal caso quello rossoblu

Più di tanti altri stadi italiani, il Dall’Ara di Bologna è un vero e proprio inno alla memoria e alla storia del proprio club, in tal caso quello rossoblu. A partire, peraltro, proprio dal nome dell’impianto calcistico nel quale si esprime – attualmente – la squadra di Sinisa Mihajlovic. Renato Dall’Ara, infatti, si è visto intitolare lo stadio Comunale (prim’ancora Littoriale e poi Comunale) dopo la sua morte, avvenuta tre giorni prima dello spareggio Scudetto contro l’Inter del campionato 1963/1964.

Stadio Dall’Ara, il tempio della memoria del Bologna

Inaugurato nel 1927, quello che poi sarebbe stato intitolato al Presidente del club è noto per essere considerato il primo vero stadio italiano, preso poi come modello per tutti gli impianti successivi. Di memoria e storia del Bologna si può parlare perché ogni zona importante dello stadio vanta un tributo ai suoi eroi. Oltre a Renato Dall’Ara, infatti, trovano spazio anche le figure di Arpad Weisz e Giacomo Bulgarelli. Il primo, storico allenatore del club con una storia toccante che rimanda alle tematiche della Seconda Guerra Mondiale e dell’antisemitismo (fu ucciso dai nazisti in un campo di concentramento), si è visto intitolare la Curva San Luca. La Curva Andrea Costa (derivata dall’indirizzo in cui si trova lo stadio) fu invece in seguito intitolata al secondo personaggio citato, grande ex calciatore rossoblu nonché commentatore calcistico negli ultimi anni di vita. Il Dall’Ara è anche considerato uno degli stadi con il miglior manto erboso in Italia, per via della sua compattezza e della grande qualità drenante.

La capienza attuale dello stadio raggiunte quasi 37.000 unità per gli eventi sportivi ma, per alcuni concerti, sono state ospitate dal Dall’Ara anche 55.000 persone. In questo stadio, peraltro, oltre a trovare spazio anche altre discipline (come il rugby), sono state giocate gare molto importanti a livello internazionale come gli ottavi e i quarti di finale del Mondiale 1934 e alcune gare di fase a gironi di Italia ’90. Inoltre, il Dall’Ara ha ospitato anche la finale di Supercoppa UEFA del 1990 tra Milan e Sampdoria, oltre che Italia-Galles 4-0 del 1999 valido per le qualificazioni a Euro 2000 e svariate amichevoli internazionali. Domani, proprio in questo stadio si chiuderà l’avventura nella Serie A 2018/2019 del Napoli, già aritmeticamente secondo contro un Bologna matematicamente salvo. E che avrà, dalla sua parte, storia e memoria del suo impianto.