Interviste News

Europeo U21, Meret: “La Spagna è tra le favorite! Per me un vantaggio aver giocato la Champions”

Meret
Alex Meret ha parlato in conferenza stampa, insieme ad Emil Audero e Lorenzo Montipò, a pochi giorni dall'inizio dell' Europeo U21.

MERET – Alex Meret ha parlato in conferenza stampa, insieme ad Audero e Montipò, in vista del prossimo Europeo U21. Si è parlato naturalmente dell’impegno con la Nazionale e di come stanno vivendo l’assenza di un titolare tra i pali. Ecco quanto riportato da “Tuttomercatoweb”.

Nessuna competizione tra i portieri, c’è un rapporto di amicizia

Meret: “La viviamo bene, siamo un bel gruppo, stiamo lavorando bene tutti e ognuno sta dando il meglio di sé. Chiunque scenderà in campo domenica darà tutto”.
Audero: “C’è un ottimo rapporto, l’amicizia tra di noi aiuta molto e quando c’è questa base aiuta a dare il meglio e a vivere serenamente la questione”
Montipò: “Confermo quello che hanno detto i miei compagni: chi va in campo verrà sostenuto dagli altri due”.

Meglio o peggio non sapere chi sarà il titolare?

Audero: “Da un lato se uno lo sa prima è meglio per potersi preparare meglio, ma allo stesso tempo sapendo che è tutto da definire uno cerca sempre di dare ancora di più in allenamento. Bisogna prenderla dal lato giusto”.
Meret: “Si lavora sempre pensando di giocare, altrimenti si penserà alla partita dopo. Sceglierà il mister, come è giusto che sia”.

Partita d’esordio contro la Spagna

Meret: “La prima sfida è fondamentale per indirizzare tutto il girone. Noi ci arriviamo convinti delle nostre qualità, della forza di questo gruppo. La Spagna è certamente tra le favorite perché ha giocatori di qualità ed esperienza, ma giocando in casa avremo una spinta in più per puntare ad un risultato positivo”.
Audero: “Abbiamo studiato bene i nostri avversari, che hanno buone qualità nel palleggio e ottimi finalizzatori. Dobbiamo provare il giusto rispetto ma forti delle nostre caratteristiche”.

Sulla finale a Udine e gli infortuni subiti

Meret: “Sarebbe un grandissimo sogno giocare nella mia città natale. Per quanto riguarda l’altra domanda, sicuramente gli infortuni mi hanno limitato ma credo di esserne uscito sempre abbastanza bene, ora voglio trovare continuità”.

Giocare tanto nei club è un vantaggio

Audero: “Certamente. Più uno gioca, più uno prende confidenza con sé stesso. Arrivare con una buona forma fisica è importante per convincere il ct”.
Meret: “Per me conta aver giocato anche in Champions, ovviamente: le sfide più alte ti fanno crescere più in fretta e ti preparano per tornei come questo”