Interviste Napoli News

Manolas incontra i tifosi azzurri: “Qui c’è un ambiente familiare, come a casa! Darò il massimo ogni volta che scenderò in campo! Su Koulibaly?”

Manolas
In diretta da Piazza Madonna della Pace di Dimaro, i giocatori del Napoli incontrato i tifosi azzurri, ci sono Manolas, Mertens ed Insigne.

MANOLAS NAPOLI DIMARO – In diretta da Piazza Madonna della Pace di Dimaro, i giocatori del Napoli incontrato i tifosi azzurri.
Tra i tanti ci sono 3 big ad intrattenere i sostenitori arrivati da ogni parte d’Italia e non solo: Manolas (neoacquisto), Mertens ed Insigne. Come da tradizione i calciatori rispondono alle domande dei tifosi.

Manolas incontra i tifosi del Napoli

Manolas: “Le differenza tra Roma e Napoli sono poche, ho trovato un clima familiare. Insigne mi ha accolto bene. La squadra è ben organizzata. Non vi dirò perché sono andato via da Roma è una cosa mia personale.

Chi mi ha impressionato del Napoli? Al San Paolo nessuno, ma all’Olimpico Dries mi ha messo in difficoltà quando segnò e andò vicino la bandierina. Tu e Koulibaly siete i più forti del campionato? Lo dirà il campo! Ogni giorno dobbiamo fare il massimo. Io ho sempre detto, anche se non pubblicamente, che Kalidou è uno dei difensori più forti che ho visto. E’ un gradissimo giocatore con tanta qualità sia in fase difensiva e in fase di possesso palla. Lo aspetto quando tornerà con la squadra.

Sei il sostituto di Albiol, come ti senti? E’ stato un giocatore internazionale che ha giocato con il Real Madrid e poi con il Napoli. Ma io sono pronto a sostituirlo, sono nato pronto e lo farò vedere in campo.

Come ti sei sentito quando sei sceso in campo la prima volta con il Napoli per l’allenamento? Ripagherò la fiducia di chi mi ha scelto, sono pronto a dare il massimo per questa squadra.

Cosa pensi di Ancelotti? Non ci sono parole, solo per quello che ha vinto può dire tante cose. Questi sono i primi giorni che sono qui, quando l’ho incontrato è stato gentile e mi ha accolto benissimo, farò di tutto per la squadra e raggiungere gli obiettivi che sono comunque alti.

Cosa pensavate di Napoli prima di venire a Napoli? Mi piace molto il Napoli come squadra, come espressione di gioco, come mezzi e giocatori, quando lo incontravo come avversario era un avversario difficile da affrontare, sono venuto qui per vederlo da vicino e provare ad entrare in questo gioco”.