Napoli

Salisburgo-Napoli, ventiquattro ore per sciogliere i dubbi sulla formazione

Ancelotti

SALISBURGO NAPOLI – “Il Napoli può vincere solo se sa dimostrare le sue qualità che ne sono tante” sono state queste le parole di Carlo Ancelotti in conferenza stampa alla vigilia del match con il Salisburgo. Servirà una squadra tonica per battere un gruppo che non perde da 19 gare in casa nelle competizioni europee. Il tecnico azzurro non ha dato molte indicazioni sulla formazione che scenderà in campo dal primo minuto domani.

Salisburgo-Napoli, le possibili scelte di Carlo Ancelotti

Sembra abbastanza scontata la scelta di Meret tra i pali dopo la meravigliosa prestazione col Verona. Poche variabili in difesa dove dovrebbero giocare Manolas e Koulibaly, quest’ultimo ieri ha ricevuto la nomination per il Pallone d’Oro 2019. Sulle fasce potrebbero giocare Malcuit a destra e Di Lorenzo a sinistra, dato che Ghoulam e Mario Rui non sono stati convocati. A centrocampo potrebbe esserci dal primo minuto la coppia Allan-Fabian Ruiz, ma occhio ad Elmas mentre a destra ci sarebbe Callejon. Scalpita Zielinski per la fascia, ma dopo l’esclusione a Genk il tecnico può schierare Insigne. In attacco ha molte chance Mertens, che è partito dalla panchina contro l’Hellas e che è in cerca del goal che gli permetta di raggiungere Maradona. Mentre Milik dopo la doppietta di sabato vuole essere determinante anche in Champions. Quella domani, però, potrebbe anche essere il match di Hirving Lozano il quale dopo il goal all’ esordio è apparso un opaco. Sulla possibilità di vedere Llorente titolare domani  Ancelotti ha risposto in conferenza stampa: “Se fossi certo che nella partita di domani giochiamo 90 minuti nell’area avversaria, Llorente sarebbe la scelta migliore”.

 

Serena Grande