News

Napoli, vittoria d’obbligo col Genoa: Ancelotti sotto esame LE ULTIME

NAPLES, ITALY - OCTOBER 30: Referee Pino Giacomelli and SSC Napol players and Carlo Ancelotti coach of SSC Napoli during the Serie A match between SSC Napoli and Atalanta BC at Stadio San Paolo on October 30, 2019 in Naples, Italy. (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Quella di domani contro il Genoa sarà una partita spartiacque, Ancelotti sotto esame: deve vincere per riprendere possesso dello spogliatoio.

NAPOLI-GENOA ANCELOTTI RISCOSSA – Domani sera al San Paolo (ore 20.45 diretta tv su Dazn) la partita più difficile dell’era Ancelotti. Quella contro il Genoa è la gara della verità. In un momento così complicato, con una crisi di risultati (soprattutto in campionato, visto che in Champions gli azzurri sono a un passo dagli ottavi di Champions) mai vista negli ultimi dieci anni e con una tensione tra squadra (che ha rifiutato di continuare il ritiro da lunedì scorso a stasera, salvo poi tornarci nelle ultime ore che precederanno il match), società e tifosi salita alle stelle, un’eventuale mancata vittoria contro il Grifone aprirebbe a scenari nefasti. Nel caso il Napoli non riuscisse a vincere contro il Genoa, formazione ampiamente alla portata degli azzurri, la zona Champions potrebbe allontanarsi ancora di più (lo scudetto è già un miraggio).

Ancelotti sotto esame

A quel punto sarebbe difficile vedere Ancelotti ancora sulla panchina del Napoli. Un risultato diverso dal successo starebbe a significare che il tecnico non ha più le redini dello spogliatoio. A quel punto, cambiare diventerebbe una scelta sensata, anche alla luce della sosta. Il nuovo allenatore avrebbe modo di iniziare a mettere mano al progetto tattico. In caso contrario, la vittoria contro il Genoa, permetterebbe ad Ancelotti e al Napoli stesso di iniziare a mettersi alle spalle uno dei momenti più bui e grotteschi dell’era De Laurentiis. Per battere i rossoblù, il tecnico dovrà fare ancora a meno di Manolas, Allan e Ghoulam. A causa di fastidi muscolari, l’algerino non riesce ancora a mettere forza nelle gambe a sufficienza per salire di condizioni.

Previsti altri cambi nell’undici titolare

Con Mario Rui ancora acciaccato, pare che per la fascia sinistra ci possa essere il rientro di Hysaj, assente da Torino dopo il colpo allo sterno. A destra, in difesa, confermato Di Lorenzo. In porta dovrebbe toccare a Ospina, mentre in coppia con Koulibaly dovrebbe essere impiegato Maksimovic. A centrocampo potrebbe esserci una chance per Elmas al fianco di Fabian, così da permettere a Zielinski di tirare un po’ il fiato. Sugli esterni dovrebbero esserci pochi dubbi sulle conferme di Callejon a destra e Insigne a sinistra. In attacco, invece, pare che Ancelotti voglia cavalcare l’entusiasmo di Lozano, in gol martedì al San Paolo contro il Salisburgo. Al fianco del messicano pare sia favorito Milik, tenuto inizialmente a riposo in Champions. Autore di 5 degli ultimi 10 gol del Napoli, le reti del polacco dovranno servire per conquistare la vittoria e per spegnere la contestazione annunciata dai tifosi, la cui collera si è già riversata in maniera veemente giovedì in occasione dell’allenamento al San Paolo aperto agli abbonati. Napoli sull’orlo di una crisi di nervi. Ma la vittoria può cancellare tutto. O quasi…

NAPOLI-GENOA LE PROBABILI FORMAZIONI

NAPOLI (4-4-2): Ospina; Di Lorenzo, Maksimovic, Koulibaly, Hysaj; Callejon, Elmas, Fabian, Insigne; Milik, Lozano. All. Ancelotti.

GENOA (4-2-3-1): Radu; Ghiglione, Romero, Zapata, Ankeresen; Lerager, Schone; Cassata, Pandev, Gumus; Pinamonti. All. Thiago Motta.

ARBITRO: Calvarese di Teramo (Var: Chiffi).

IN TV: ore 20.45, diretta su Dazn.