Interviste Napoli News

Klopp: “Ancelotti uno dei grandi di tutti i tempi. Vi racconto l’incredibile gesto di Carlo”

Klopp

KLOPP ANCELOTTI NAPOLI – Splendida intervista a Jurgen Klopp. Il tecnico del Liverpool, attraverso il sito ufficiale del club, ha rilasciato una lunga intervista nella quale ha svelato un aneddoto con protagonista Carlo Ancelotti, tecnico del Napoli:

“Stasera è la terza volta che ci incontriamo in questa stagione, anche se solo la seconda in una partita competitiva. Abbiamo giocato a Napoli e a Edimburgo prima della stagione e penso che sia giusto dire che quel giorno hanno avuto la meglio in quella partita. Tuttavia, il mio ricordo positivo dell’occasione in Scozia è stato il gesto incredibilmente di classe di Carlo. Comprò una deliziosa bottiglia di vino rosso e vi scrisse un toccante messaggio di congratulazioni, per quello che avevamo realizzato la stagione precedente. Ero imbarazzato nel momento in cui me lo ha dato, al punto che mi sono perso per parole. Le persone che mi conoscono bene sanno che questo è un evento molto raro.

Ancelotti – Carlo è uno dei grandi di tutti i tempi. Ho una confessione da fare a Carlo e cioè che non ho ancora bevuto il vino. Ha un posto d’onore a casa. Sono sicuro che un giorno lo berrò, ma per ora il valore sentimentale del dono lo fa rimanere chiuso.

Precedenti – Ci hanno davvero puniti a Edimburgo, anche se so che ci sono stati altri fattori che hanno contribuito alla nostra esibizione quel giorno ed è stata un’amichevole. E poi a settembre hanno avuto la meglio su di noi in Italia in una superba partita di calcio. Odio perdere ma quel giorno non potevo dire nulla riguardo la nostra esibizione. Era il tipo di prestazione che nella maggior parte dei casi e contro la maggior parte delle squadre sarebbe stata abbastanza buona per vincere. Le partite che abbiamo giocato la scorsa stagione sono state probabilmente le più difficili che io possa ricordare, a Napoli e Liverpool.

Napoli – Sul campo c’è un rispetto reciproco per due club che meritano davvero di essere considerati tra i migliori in Europa. Oltre a Carlo, accolgo con favore giocatori, staff, funzionari e tifosi del Napoli ad Anfield. Spero che oltre ai 90 minuti in più si godano la loro visita in questa città e regione molto speciale”