News

Ospina condanna un buon Napoli, troppa grazia per la Lazio

CAGLIARI, ITALY - DECEMBER 16: David Ospina of Napoli in action during the Serie A match between Cagliari and SSC Napoli at Sardegna Arena on December 16, 2018 in Cagliari, Italy. (Photo by Enrico Locci/Getty Images)

LAZIO NAPOLI OSPINA – La sconfitta a Roma contro la Lazio nell’ultima giornata del girone d’andata è l’emblema della stagione di cui si è reso protagonista il Napoli sinora. Nonostante gli azzurri abbiano dominato nella ripresa, la squadra di Gattuso ha dovuto lasciare l’Olimpico a mani vuote a causa di un errore di Ospina a fine gara. Tra i migliori in campo, a pochi minuti dal termine, l’estremo difensore colombiano ha tentato un dribbling avventato su Immobile, che ha conquistato palla e da posizione defilata ha provato la conclusione verso la porta. Sul tiro del centravanti di Torre Annunziata ha provato a intervenire Di Lorenzo, ma l’ex dell’Empoli ha ribadito il pallone in rete per una sconfitta beffarda e immeritata per il Napoli. La squadra di Gattuso avrebbe meritato qualcosa in più. Il palo colpito da Zielinski e le parate di Strakosha sulle conclusioni di Insigne a botta sicura facevano pendere la bilancia in favore del Napoli.

Nel momento migliore degli azzurri, quando sembrava che i partenopei potessero sferrare il colpo del ko, è arrivato l’infortunio di Ospina che ha spianato la strada alla Lazio. Decima vittoria di fila per i biancocelesti. Molto probabilmente quella conquistata contro il Napoli è stata quella meno meritata dalla formazione di Inzaghi, che si è inserita nella lotta scudetto. Gli azzurri, invece, potrebbero allontanarsi ancora di più dalla zona coppe. Tutto dipenderà dai risultati delle altre gare della 19esima giornata. Stagione disgraziata per il Napoli, che nel primo tempo si è limitato a contenere i pericoli. Nella ripresa, invece, complice la crescita di Insigne e Zielinski, gli azzurri sono diventati padroni del campo.

La mossa con cui Gattuso ha liberato Insigne da compiti difensivi sulla fascia sinistra, concedendogli la libertà di agire tra le linee, aveva permesso al Napoli di mettere alle corde la Lazio. Peccato per l’errore di Ospina, che ha tolto al Napoli anche la possibilità di accontentarsi di un punto. Adesso la squadra di Gattuso dovrà avere la forza di ripartire dalla prestazione offerta nei secondi 45 minuti del match dell’Olimpico, anche perché a Roma si è visto il miglior Napoli della stagione in corso.

LAZIO-NAPOLI 1-0

LAZIO (3-5-2): Strakosha; Luiz Felipe, Acerbi, Radu; Lazzari, Milinkovic, Leiva (81′ Berisha), Luis Alberto (90′ Jony), Lulic; Caicedo (64′ Cataldi), Immobile. A disp: Proto, Guerrieri, Bastos, Patric, Silva, André Anderson, Correa, Adekanye. All. Inzaghi.

NAPOLI (4-3-3): Ospina; Hysaj, Di Lorenzo, Manolas, Mario Rui; Allan (84′ Llorente), Fabian Ruiz, Zielinski; Callejon (88′ Elmas), Milik, Insigne (90′ + 1 Lozano). A disp: Karnezis, Daniele, Luperto, Tonelli, Gaetano. All. Gattuso.

ARBITRO: Orsato di Schio.

RETI: 82′ Immobile (L)

NOTE: ammoniti Lazzari, Lulic (L) Manolas, Mario Rui (N).