Interviste

Coppa Italia, Gattuso: “Abbiamo fatto un buon primo tempo! Lozano? deve trovare continuità! Su Demme…”

Gattuso

COPPA ITALIA GATTUSO – Rino Gattuso ha parlato ai microfoni di Rai2 dopo la vittoria del Napoli contro il Perugia negli ottavi di finale di Coppa Italia. Ecco le parole del tecnico azzurro:

“Abbiamo fatto una buona partita, in particolare nel primo momento, nel secondo siamo calati fisicamente. Abbiamo tanti giocatori fuori e chi gioca sta dando il massimo. Dobbiamo migliorare, perché non basta quello che stiamo facendo. Oggi Lozano ha fatto una buona partita, è un ragazzo che deve trovare continuità ma non solo lui. Elmas era da tanto che non giocava 90 minuti. Sono soddisfatto del primo tempo, nel secondo siamo calati fisicamente, c’è da rivedere qualcosa.

In questi giorni tantissime polemiche, ho sentite troppe voci. Ancelotti è stato per me un padre calcistico. Abbiamo cambiato modo di giocare. Facciamo cose diverse, la metodologia di lavoro è totalmente diversa. Ho sentito giornali e siti dire che io rinnego quello fatto con Ancelotti. Non è così, noi qua abbiamo cambiato metodologie di lavoro, facendo qualcosa di nuovo. Giocare 442 o 433 è completamente diverso. La mia metodologia di lavoro è diversa da quella di Carlo. 

Demme è un ragazzo che è stato capitano del Lipsia da 4 o 5 anni, giocatore che conosce il calcio. Dobbiamo migliorare il vertice basso. Oggi scalava troppo in avanti, ha lasciato un buco davanti alla diversa, ma ci sta dato che è con noi da due. L’abbiamo preso per darci pulizia di gioco, per far girare bene la squadra e ci darà una mano.

Del mercato non mi aspetto nulla, aspettiamo Lobotka. Dobbiamo solo migliorare. Questa è una squadra che ha dei valori ma si deve ritrovare. Dobbiamo pensare a palleggiare, a non regalare uomini, abbiamo tante cose da migliorare.

Fiorentina e Juve? Mi aspetto che miglioriamo a livello fisico e mentale, dobbiamo dare continuità al nostro gioco perché sia con l’inter, Lazio e oggi facciamo 45 minuti bene e ci mettiamo in difficoltà da soli”.

Serena Grande