News

Napoli-Juventus, Mario Rui: “Sarri un maestro. Gattuso mi ricorda lui”

Mario Rui

Il terzino portoghese del Napoli Mario Rui ha parlato a Sky Sport in vista della sfida tra gli azzurri e la Juventus che si giocherà domenica: “Sarri? Io penso che il mister sarà accolto benissimo per quello che ha fatto. Io ho un bel legame con Sarri, ho iniziato con lui nell’Empoli, è un allenatore che mi ha cambiato in tutti i sensi. Un maestro. Spero e penso che il popolo del Napoli lo accoglierà bene per tutto quello che ha fatto”.

Napoli-Juventus, Mario Rui: “Sarri un maestro. Gattuso mi ricorda lui”

MARIO RUI GATTUSO NAPOLI – “Gattuso come Sarri? Sì, specialmente nel modo in cui mister Gattuso vuol far giocare la squadra, come vuole le uscite dal basso. Ci sono tante somiglianze, poi ogni allenatore mette qualcosa di suo e nessuno sarà mai uguale a un altro. Sono stato molto contento di aver lavorato con Sarri e adesso sono ugualmente felice di poter lavorare con Gattuso”.

“Non siamo una squadra da 24 punti, ma magari in questo momento meritiamo questa classifica. Il nostro non è mai stato un problema di gruppo. È vero che ci sono stati dei problemi ma soprattutto in campo, perché non riuscivamo a fare quello che invece eravamo abituati a fare”.

“Non è mai stato un Lorenzo Insigne solo contro tutti. Sicuramente non veniva aiutato, ma l’atteggiamento, la voglia di caricarci, aiutarci e tutto quello che abbiamo visto conto la Lazio lui lo ha sempre messo in campo. Fortunatamente è stato aiutato dalla squadra. Lorenzo rimane un giocatore straordinario che può fare la differenza in qualsiasi momento”. Magari proprio contro la Juventus, squadra dove gioca il connazionale Ronaldo: “Cristiano è il più forte al mondo, uno dei più forti di tutti i tempi. È un idolo e una fonte di ispirazione. Non posso che auguragli tutto il bene del mondo, tranne che nella partita di domenica”, chiosa Mario Rui.