Interviste News

AIC, Tommasi non ci sta sulle nuove delibere: “Così pagano solo i calciatori”

Damiano Tommasi presidente assocalciatori

“C’è una situazione eccezionale per il coronavirus, e si pensa di risolverla con le solite logiche: provo a scaricare sull’altro il problema, se possibile anche a fregarlo. È questo che mi preoccupa, e direi non solo nel calcio”.

AIC, Tommasi non ci sta sulle nuove delibere: “Così pagano solo i calciatori”

Così Damiano Tommasi, ex calciatore della Roma e presidente dell’Associazione calciatori italiani, spiega il no netto del sindacato alle nuove delibere per l’iscrizione ai campionati che in vista della ripresa dopo lo stop per coronavirus consentirebbero di fatto ai club di pagare un solo stipendio su cinque mesi. “L’opinione comune è che il calciatore in fondo non si può lamentare, ma nelle serie minori – continua – ci sono giocatori convocati fuori sede, si devono pagare l’affitto ma hanno certezza di un solo stipendio, magari al minimo: non mi stupirei se non andassero. Il calciatore è colui che rischia in prima persona, andando in campo, e si scarica su di lui tutto il peso di questa crisi. Se vogliono questo, non dicano poi che salvano il calcio…”.

Se vuoi sapere di più sul Napoli, tieniti sempre aggiornato con www.gonfialarete.com