Interviste News

Rizzoli: “Far parlare gli arbitri? Travisare le parole non favorisce l’apertura delle comunicazioni”

Rizzoli

INTERVISTA RIZZOLI – Il designatore degli arbitri Nicola Rizzoli, in un’intervista rilasciata a SportMediaset, si sofferma sulle variazioni che il movimento arbitrale dovrà adottare in seguito alla pandemia da Coronavirus che ha bloccato il sistema calcio.

Rizzoli: “Far parlare gli arbitri? Travisare le parole non favorisce l’apertura delle comunicazioni”

“Si potrà dialogare tranquillamente avendo rispetto per il direttore di gara: quindi confronto tra due persone, non uno contro quattro. Il rispetto parte proprio dalla distanza. Nella sala VAR ci saranno solo tre figure invece di quattro, così aumenteranno le distanze interpersonali. All’interno della cabina di regia, distanziati da plexiglass e con guanti e mascherine, ci saranno VAR, AVAR e operatore mentre lo spotter, che comunicava con la regia, rimarrà all’esterno. Le designazioni? La priorità è avere l’arbitro giusto per la partita giusta anche se dovremo tenere in conto come arriveranno allo stadio. Non ho niente da dire se non che Orsato – in riferimento alle polemiche di Inter-Juve del 2018 – è un arbitro di grandissimo spessore. Far parlare gli arbitri? Se poi le parole vengono travisate, allora questo non favorisce l’apertura delle comunicazioni“.

PREMIER LEAGUE, IL GOVERNO BRITANNICO DA’ L’OK AGLI ALLENAMENTI IN GRUPPO

Antonio Del Prete

Se vuoi sapere di più sul Napoli, tieniti sempre aggiornato con www.gonfialarete.com