Napoli Napoli OF News

D’Ambrosio di giustezza, Lautaro che prodezza! Brilla solo Zielinski, ectoplasma Milik LE PAGELLE

Zielinski

Antonio Conte ha chiaramente affermato che il secondo posto è solo “il primo tra i perdenti”: la verità, però, è che per il club meneghino blindare la piazza d’onore è un fattore importante, anche dagli assalti di Atalanta e Lazio. Questo, infatti, mette al riparo da eventuali rischi legati alle possibili vittorie contemporanee di Napoli e Roma nelle competizioni europee che farebbero slittare la quarta in classifica in Europa League. E poi c’è il blasone di una gara di cartello annesso a una vendetta dopo la beffa alle semifinali di Coppa Italia. Dall’altra parte c’è il gruppo guidato da Rino Gattuso, settimo a -1 dal Milan e -5 dalla Roma, ma già sicuro di andare in Europa grazie al successo del mese scorso in Coppa Italia. La vittoria sul Sassuolo è stata importante per dare linfa e fiducia a un gruppo che si appresta a preparare uno storico ottavo di finale di Champions contro il Barcellona. Anche se non sono mancati i campanelli d’allarme. Gattuso ha cercato di scuotere i suoi ragazzi chiamandoli a dare il 100% sempre. Probabile che la testa di molti giocatori sia già al Camp Nou. Dopo l’acquazzone sul capoluogo lombardo, si può dare il via alle ostilità. In una sfida molto combattuta e frizzante, l’Inter porta a casa tre punti che significano (di nuovo) secondo posto: due le reti, nel primo tempo D’Ambrosio su cross di Biraghi, nella seconda frazione Lautaro Martinez con una grande conclusione da distanza siderale. Il Napoli ci ha provato, ha sfiorato il pareggio con Insigne e Zielinski (una spanna sopra gli altri per il suo team) ma ha trovato di fronte un grande Handanovic: per Gattuso una sconfitta sul campo, ma una buona prestazione di squadra, che spazza via le troppe incertezze palesate nelle ultime uscite.

D’Ambrosio di giustezza, Lautaro che prodezza! Brilla solo Zielinski, ectoplasma Milik LE PAGELLE

Diamo i voti ai protagonisti del match di San Siro tra Inter e Napoli. MVP il Toro Martinez, protagonista di un gol da cineteca. Bene anche l’estremo nerazzurro Handanovic e l’esperto Borja Valero; tra gli azzurri spicca Zielinski, diamante grezzo Elmas. Un tempo di brio per Insigne, Milik spuntato e con la testa altrove. Buoni i ritorni di Ghoulam e Malcuit.

INTER (3-4-1-2): Handanovic 7; D’Ambrosio 6.5, De Vrij 6, Bastoni 6.5; Candreva 6 (60° Godin 6), Brozovic 6, Barella 5.5, Biraghi 6.5 (80° Young sv); Borja Valero 7 (89° Eriksen sv); Sanchez 5 (60° Lautaro 7), Lukaku 6.5 (89° Moses sv). All. Conte 6.5

NAPOLI (4-3-3): Meret 6.5; Hysaj 5.5 (84° Malcuit sv), Maksimovic 6, Koulibaly 6, Mario Rui 6 (65° Ghoulam 6); Elmas 6.5, Demme 6, Zielinski 7 (65° Allan 5.5); Politano 5.5 (75° Lozano 5.5), Milik 4.5 (84° Callejon sv), Insigne 6. All. Gattuso 6.

Se vuoi sapere di più sul Napoli, tieniti sempre aggiornato con www.gonfialarete.com