Interviste Milan News Roma

Milan, Rangnick: “Il Covid, Pioli, così è saltato tutto. Su Ibra e la Roma…”

Rangnick

“Una risposta semplice sul perché è saltato il passaggio al Milan può essere: c’è stato il Covid – ha affermato candidamente Rangnick -. Ero stato contattato a fine ottobre, quando il Milan era quattordicesimo a 3 punti dalla retrocessione. Mi ha colpito la conoscenza che avevano del mio lavoro passato. Poi Pioli ha vinto 9 partite e ne ha pareggiate 3, così la faccenda è terminata. Eravamo d’accordo sul fatto che cambiare, a quel punto, non sarebbe stato saggio nell’immediato. Sul medio-lungo termine non lo so, e questa può essere una risposta più complessa. Di sicuro non ho cambiato convinzioni e filosofia. Ibrahimovic? Sono ammirato dalla sua forma fisica a 38 anni. Però il mio compito è sempre stato creare valore, non comprarlo”, ha sentenziato l’ex capo dell’area tecnica del mondo Red Bull.

Milan, Rangnick: “Il Covid, Pioli, così è saltato tutto. Su Ibra e la Roma…”

Ralf Rangnick, l’uomo dei miracoli del Lipsia, è stato molto vicino al Milan. I risultati di Pioli, però, hanno cambiato le carte in tavola e il dirigente si è allontanato dal club meneghino. Il tedesco ha parlato sull’edizione odierna del Correre della Sera, affrontando anche l’argomento Roma, a cui è stato accostato nelle ultime ore, e della nuova proprietà americana chiamata a riportare un titolo a Trigoria dopo dodici anni. “Roma è una metropoli mondiale e la Roma è un club di tradizione europea, che ha vinto l’ultimo dei suoi tre scudetti 20 anni fa e l’ultimo trofeo 12 anni fa, la Coppa Italia. Sarà interessante vedere come i nuovi proprietari Dan e Ryan Friedkin, imprenditori di successo, cercheranno di rimettere la Roma sulla strada del successo”.

Se vuoi sapere di più sul Napoli, tieniti sempre aggiornato con www.gonfialarete.com