Interviste News

Insigne, l’agente: “E’ un professionista sempre, dentro e fuori dal campo”

Insigne

L’agente di Lorenzo Insigne, Vincenzo Pisacane ha rilasciato un’intervista ai microfoni di Gianlucadimarzio.com in cui racconta diversi interessanti aspetti della vita del capitano del Napoli, Lorenzo Insigne.

La sua personalità, la sua dedizione al calcio, il calore e l’affetto sincero in famiglia. Questi, alcuni aspetti oggetto dell’intervista. L’agente Pisacane parla del numero 24 azzurro come di un professionista serio, che supera il perimetro del campo di calcio. Insigne resta diligente e concentrato anche fuori dallo stesso. Il derby contro il Benevento ha rappresentato molto per lui, un felice e indimenticabile appuntamento con l’altro Insigne della Serie A, il fratello Roberto.

Lorenzo Insigne, classe 1991, voglia di giocare, di far bene, grinta da vendere. Con il suo sacrificio in campo, in grado di trascinare i compagni e superare i momenti di difficoltà, mostra umiltà e caparbietà.

Insigne, l’agente: “E’ un professionista sempre, dentro e fuori dal campo”

“Non so se è un leader, ma sicuramente è uno che sa farsi rispettare dalla squadra perché i compagni sanno quanto tenga al Napoli”.

Il valore della famiglia: “Sono il suo agente ma non dimentico il rapporto di amicizia che abbiamo ed è importante. Ora che lavoriamo insieme, mi ha stupito conoscerne la grande forza che ha: la famiglia. Tutti lo sostengono, lo difendono, sono pronti ad aiutarsi anche quando arriva qualche attacco di troppo dalla stampa. Sembra che Lorenzo si sia ormai abituato agli attacchi gratuiti e questo, sono sincero, un po’ mi fa incazzare”.

Il rapporto con i tifosi della squadra azzurra: “Vedo anche io un atteggiamento diverso dei tifosi e ne sono felice. Vuol dire che si sentono rappresentati da Insigne.”

Sul derby campano al Vigorito: “Non era al massimo per i problemi fisici, ma voleva esserci. La sfida con un fratello è speciale ed è stato contento del gol di Roberto. È stata una settimana incredibile per lui e tutta la famiglia”.

Lorenzo Insigne fuori dal campo: “Prima ancora di collaborare, provai una sera a portarlo a cena fuori. Lui è una persona che ama la compagnia e a me piace andare al ristorante, ma Lorenzo mi convinse a cenare a casa sua: arrivando, trovai solo zuppa di lenticchie, pollo e insalata. Non volle nemmeno provare il dolce che avevo portato a fine cena. È un professionista sempre, dentro e fuori dal campo. Non riuscimmo a corromperlo. Quella sera mi colpì: capii perché era arrivato dove è oggi e spesso racconto questa storia agli assistiti più giovani che ho”.

Sul rinnovo di contratto: “Per ora non pensiamo a un nuovo contratto, è giusto che lui e il Napoli pensino alla stagione, poi vedremo cosa accadrà. Sicuramente arriveranno prima i 100 gol che la firma su un rinnovo”.

Emiliana Gervetti

Se vuoi sapere di più sul Napoli, tieniti sempre aggiornato con www.gonfialarete.com