Interviste Napoli Napoli OF News

Osimhen, l’agente: “Ha chiesto scusa, ragazzo maturo. Multa? Non entro in queste dinamiche. Sull’infortunio…” [ESCLUSIVA]

Osimhen
A Radio Marte nel corso della trasmissione "Si gonfia la rete" di Raffaele Auriemma è intervenuto Roberto Calenda, agente di Osimhen

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Roberto Calenda, agente di Osimhen.

Osimhen, l’agente: “Ha chiesto scusa, ragazzo maturo. Multa? Non entro in queste dinamiche. Sull’infortunio…” [ESCLUSIVA]

“Osimhen? Voglio fare una premessa. Quest’anno ci ha colti tutti di sorpresa, chiaramente quando uno contrae il COVID-19 nessuno sa come e in che maniera, l’ìmportante è sconfiggerlo. Quando una persona commette un errore non c’è cosa più bella e genuina che prendersene la responsabilità e non sempre succede. Quindi lui ha dimostrato di essere un ragazzo maturo e un uomo vero, ha chiesto scusa a tutti, allenatore, compagni e società. Chiaramente posso nascere tanti processi, però bisogna ragionare bene sulle cose. Lui ha dimostrato ancora una volta di essere serio e onesto.

L’infortunio? I problemi alla spalla sono particolari, non c’è errore più grave di trascinarsi un problema così. Secondo me – e secondo chi sta gestendo l’infortunio – non ha senso affrettare i tempi di recupero. Victor ha grande motivazione, è pronto e vuole rientrare. Il rammarico fa parte della vita ma la stagione è lunga, può succedere di tutto. Ogni squadra ha questo tipo di problematica, gli infortuni fanno parte della vita dei giocatori. Meno male anzi che è successo subito, così Osimhen nel momento migliore sarà pronto.

Juventus in Supercoppa? Il ragazzo è giovane, recupera in fretta. Speriamo che riesca a recuperare il prima possibile, ha una voglia bestiale di rientrare, in campo è generosissimo. Auguriamoci di rivederlo il prima possibile. Calciomercato? Anche per gli scambi ci sarà difficoltà, la situazione economica è quella che è. Servirà inventiva per trovare soluzioni, soldi non ce ne sono.

Multa? Non entrerei in queste dinamiche, lascerei alla società. Ripeto: il ragazzo si è preso le sue responsabilità, ha 22 anni. Non vedeva i parenti da tempo, peraltro ha perso il padre di recente. Ovviamente ha sbagliato ma ha chiesto scusa, direi di chiuderla qua”.

Claudio Agave

Se vuoi sapere di più sul Napoli, tieniti sempre aggiornato con www.gonfialarete.com