Bologna Interviste

Bologna, la Serbia lo richiama ma Miha declina: “Sarei stato poco serio”

Mihajlovic

“I vertici della Federcalcio serba mi hanno contattato a dicembre – ha rivelato Sinisa Mihajlovic -. E sono stato il primo con cui hanno parlato per scegliere a chi affidare la panchina. Io sarei felice di tornare, perché mi piacerebbe lavorare di nuovo con dei grandi calciatori: ma non ero pronto a fare due lavori contemporaneamente. Diciamo che sarebbe stato poco serio sedersi su due panchine, per questo li ho ringraziati, ma ho rifiutato”.

Bologna, la Serbia lo richiama ma Miha declina: “Sarei stato poco serio”

La Serbia per la seconda volta lo chiama: ma Mihajlovic a questo giro dice no. La notizia è che per una volta Sinisa ha resistito alle ragioni del cuore, rinunciando a sedersi di nuovo sulla panchina della Nazionale di calcio del suo Paese, come già gli accadde per 19 partite, dal maggio 2012 al novembre 2013. “Sarebbe stato poco serio sedersi su due panchine: per questo li ho ringraziati, ma ho rifiutato”, ammette candidamente Sinisa. Solo Bologna, dunque, per il tecnico di Vukovar che, dettaglio decisivo, è legato al club rossoblù da un contratto da 2 milioni netti a stagione che scadrà nel giugno 2023. La Serbia deve mettere le sue attenzioni su un altro profilo dunque.

Se vuoi sapere di più sul Napoli, tieniti sempre aggiornato con www.gonfialarete.com