Interviste Napoli OF

Genoa-Napoli, Gattuso: “Sconfitta fotocopia di altre. Osimhen ha ancora fastidio alla spalla”

Gattuso
REGGIO NELL'EMILIA, ITALY - JANUARY 20: Napoli Manager, Gennaro Gattuso looks on prior to the Italian PS5 Supercup match between Juventus and SSC Napoli at Mapei Stadium - Citta' del Tricolore on January 20, 2021 in Reggio nell'Emilia, Italy. Sporting stadiums around Italy remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

GENOA NAPOLI GATTUSO – Gennaro Gattuso, allenatore del Napoli, ha analizzato la sconfitta contro il Genoa ai microfoni di Dazn, parlando anche delle condizioni di Osimhen.

Genoa-Napoli, Gattuso: “Sconfitta fotocopia di altre. Osimhen ha ancora fastidio alla spalla”

“Oggi c’è poco da dire, è la stessa partita fatta con lo Spezia. Ci stiamo allenando poco e stiamo lavorando pochissimo sulla costruzione. Oggi bisogna fare solo i complimenti alla squadra. Ci siamo prima fatti due gol da soli, poi abbiamo giocato solo noi. Quest’anno stiamo perdendo partite in fotocopia, e questo fa male. Errori? Talvolta facciamo anche errori di postura, come Maksimovic sul primo gol. Ci sta girando male, ma le difficoltà non le stiamo avendo solo noi. Per giocare in un certo modo bisogna allenarsi, ma noi non lo stiamo facendo perché si gioca ogni tre giorni. Siamo entrati poco in area? Allora avrò visto un’altra partita, a me è sembrato che ci siamo entrati spesso senza riuscire a concretizzare. Osimhen? Stiamo facendo di tutto per recuperarlo, è stato fermo tre mesi tra Covid e spalla. Gioca ancora con la fasciatura perché ha fastidio. Gli ho dato un minutaggio maggiore, stasera, rispetto alla coppa. Comunque anche Petagna si è comportato bene, stasera, solo che col nigeriano abbiamo più profondità. Politano? Il merito della positività della catena di destra è da condividere con Di Lorenzo. L’altro giorno mi sono messo a 3 dietro non solo per rispetto dell’Atalanta, ma soprattutto perché si fatica a recuperare. Ad esempio, oggi Zielinski ha fatto fatica ad entrare in partita perché è stanco. Dobbiamo stare calmi, ci sono ancora tante partite e dobbiamo pensare a lavorare. Errori in uscita? Non solo quello, ci siamo inguaiati da soli, basta guardare il primo gol. Cosa mi preoccupa? I numeri non mentono: non è la prima volta che costruiamo tanto e perdiamo. Io devo andare a casa con rammarico, ma non preoccupato”.

Luca Cerchione

Se vuoi sapere di più sul Napoli, tieniti sempre aggiornato con www.gonfialarete.com

LEGGI ANCHE

Genoa, Pandev: “Ballardini ha portato serenità. Napoli falcidiato da assenze”