News

GdS – La dura vita degli allenatori, Campioni del Mondo nel 2006

gattuso pirlo
REGGIO NELL'EMILIA, ITALY - JANUARY 20: Napoli Manager, Gennaro Gattuso (L) poses for a photo with Juventus Manager, Andrea Pirlo (R) prior to the Italian PS5 Supercup match between Juventus and SSC Napoli at Mapei Stadium - Citta' del Tricolore on January 20, 2021 in Reggio nell'Emilia, Italy. Sporting stadiums around Italy remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Claudio Villa/Getty Images)

Accattivante ed incredibilmente interessante la riflessione operata dall’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport su coloro i quali alzarono, nell’ormai lontano 2006, la Coppa del Mondo in quel di Berlino. La maggior parte di essi, a quasi quindici anni di distanza, sono diventati allenatori. Ma la vita in panchina per gli azzurri campioni del mondo è tutt’altro che agevole.

GdS – La dura vita degli allenatori, Campioni del Mondo nel 2006

La strada non è propriamente in discesa per gli odierni mister, ex campioni italiani del mondo. La Gazzetta dello Sport sottolinea la complessa carriera e vita professionale di coloro i quali hanno fatto sognare l’intero Stivale nel 2006, da nord a sud. Gli esempi non sono pochi, a partire proprio da Andrea Pirlo e da Rino Gattuso, rispettivamente mister della Juventus e del Napoli.

Non manca il riferimento a Fabio Grosso, realizzatore dell’ultimo, indimenticabile rigore contro la Francia. Proprio il difensore, sottolinea la Rosea, dopo due stagioni in Serie B, poche settimane in A, si trova in un “esilio” svizzero non brillante. Per l’allora capitano, Fabio Cannavaro, il presente fa rima con lontananza. Proprio lui sta realizzando la sua carriera da allenatore in Oriente, lontano da qui. C’è poi Pippo Inzaghi: per l’allenatore del Benevento ora le cose procedono sostanzialmente in maniera tranquilla ma la sua carriera si era molto complicata nella fase iniziale.

I riferimenti più evidenti vanno a Rino Gattuso, in un difficilissimo contesto partenopeo. Altalenante la squadra, innumerevoli infortuni e una piazza innegabilmente difficile da gestire. Proprio il tecnico calabrese affronta la complessa realtà calcistica che si erge sotto i suoi occhi, tra critiche e riconoscimenti. Lo stesso Andrea Pirlo non è propriamente tranquillo. La sua Juventus, lontana dai fasti di un po’ di tempo fa, fatica a mantenere il monopolio del campionato e anche sul panorama europeo vacilla non poco.

Emiliana Gervetti

Se vuoi sapere di più sul Napoli tieniti sempre aggiornato con www.gonfialarete.com