Altre squadre Interviste Lecce

Lecce, Maggio: “Squadra giovane e ambiziosa. Campionato difficile, ma la piazza merita il massimo impegno”

Christian Maggio

“Mi sono inserito subito, al di là dell’età arrivavo da un periodo in cui giocavo poco. Mi sono integrato col gruppo allenandomi sempre al massimo. Sin dal primo giorno ho trovato un bel gruppo giovane e ambizioso. Speriamo di continuare su questa squadra”. Così l’ex Napoli e Benevento Christian Maggio.

Lecce, Maggio: “Squadra giovane e ambiziosa. Campionato difficile, ma la piazza merita il massimo impegno”

“Non siamo contenti delle ultime partite – afferma l’ex terzino azzurro, come riporta pianetalecce.it -, speravamo di portare a casa qualche punto in più ma così non è stato. Siamo riusciti a ottenere solo due punti, ma muovere la classifica fa sempre morale. Il campionato di B è particolare, difficile, ci sono imprevisti e incognite, puoi affrontare squadre pensando di aver già vinto e poi ti ritrovi a rischiare di buttar via la partita. Il campionato è molto ristretto, basta solo avere un po’ di continuità per affacciarsi nei primi posti. Questa è una piazza molto importante, magari alcuni giovani soffrono la pressione. Questo non deve essere però un alibi, anche perché ci sono diversi ragazzi interessanti, merito del direttore Corvino che vede i giovani in una cera maniera, sta facendo un lavoro importante. Sin da domenica dobbiamo portare a casa qualche punto in più per essere più vicini alla vetta”. E a tal proposito: “L’Empoli a oggi ha qualcosina in più ma anche loro a volte non fanno i punti che vorrebbero fare. Noi dobbiamo puntare a migliorarci e a guardare in alto. A fine campionato vedremo dove saremo arrivati e tireremo le somme. A Lecce ho trovato una squadra molto motivata, soprattutto dal mister che tutti i giorni cerca sempre di caricarci al massimo. In tante partite ravvicinate c’è bisogno di tutti, abbiamo diversi infortuni che creano delle difficoltà. Molto dipende dai risultati, quando arrivano la voglia di far bene è ancora più forte. Arrivo da piazze del sud, che ambiscono a grandi palcoscenici, ma so che non è facile. Due anni fa al Benevento dovevamo per forza andare in Serie A, non ci siamo riusciti e siamo usciti ai playoff. Tante volte quando cerchi un risultato a tutti i costi viene meno perché ci sono tante pressioni. Dobbiamo stare tranquilli e sereni, la squadra c’è e il mister c’è, dobbiamo ragionare partita per partita per fare qualcosa di importante. Con la Reggiana sarà una partita difficile, a gennaio si sono rinforzati e hanno raccolto risultati molto positivi. È una squadra che gioca molto in ripartenza, dobbiamo stare attenti cercando di sfruttare le occasioni che ci capiteranno, nelle ultime partite abbiamo creato tanto ma ci è mancato il gol. Fino ad ora la squadra che ho affrontato che più mi ha impressionato è stato il Brescia, ha giocatori di qualità”.

Se vuoi sapere di più sul Napoli, tieniti sempre aggiornato con www.gonfialarete.com