Interviste News

Coronavirus, Speranza: “Si sta lavorando ad un Green Pass vaccinale”

Così il ministro della Salute italiano: “Si sta lavorando ad un green pass connesso prima di tutto alle vaccinazioni. Ci sarà un confronto serrato sulle modalità attuative, ma penso sia la strada giusta per ricominciare a viaggiare in sicurezza”.

Coronavirus, Speranza: “Si sta lavorando ad un Green Pass vaccinale”

L’estate vedrà meno limitazioni per gli italiani e, grazie al passaporto vaccinale che l’Unione europea conta di varare per giugno, si potrà anche viaggiare: è fiducioso il ministro della Salute, Roberto Speranza, che in un’intervista al Messaggero assicura che entro settembre chiunque vorra’ potra’ esser vaccinato e che per l’autunno sara’ pronto il siero italiano, prodotto da ReiThera. “Non c’è un giorno X, in cui sarà magicamente tutto risolto, ma dobbiamo essere fiduciosi. Il ‘Green Pass’ europeo connesso alle vaccinazioni è la strada giusta per ricominciare a viaggiare in sicurezza”. Secondo il ministro, la mobilitazione di 160 mila medici e 270 mila infermieri e l’arrivo di nuovi vaccini (“in totale abbiamo opzionato 240 milioni di dosi”) lascia sperare che “entro la fine dell’estate ogni italiano che vuole vaccinarsi possa farlo”.

Si vedono “i primissimi segnali di contenimento del contagio”, le misure attuate “stanno funzionando. Ma la situazione è ancora molto seria”. Ci sono “oltre 3.600 persone in terapia intensiva per Covid. Non possiamo permetterci di fare un passo troppo lungo o vanificheremmo immediatamente i sacrifici fatti”. Lo dice in un’intervista a Il Messaggero, Roberto Speranza. “Abbiamo solo un piccolo tesoretto e decidiamo di spenderlo sulla scuola per il ruolo strategico che svolge nella nostra società”, spiega. “. A livello europeo , aggiunge, “si sta lavorando ad un Green pass connesso prima di tutto alle vaccinazioni. Ci sarà un confronto serrato sulle modalità attuative, ma penso sia la strada giusta per ricominciare a viaggiare in sicurezza”.

Se vuoi sapere di più sul Napoli, tieniti sempre aggiornato con www.gonfialarete.com