Inter Napoli Napoli OF News

L’Inter fa il compitino, il Napoli non riesce a sfondare. Equilibrio e legni al Maradona LE PAGELLE

Napoli-Inter

Mentre sui social si sprecano puristi dell’estetica con giudizi (inopportuni e indesiderati) circa la divisa speciale creata da Marcelo Burlon per il Napoli e la bianca a quadretti degli ospiti, sull’erba del Maradona – in mondovisione in 200 Paesi – si respira un’aria di certo più interessante: Gattuso coltiva il sogno di battere l’Inter, di qualificarsi in anticipo per la Champions e poi lasciare De Laurentiis con cui non c’è più feeling. Con Zielinski e Insigne protagonisti trova spazio il recuperato Osimhen. Da leccarsi i baffi la sfida di Lukaku e Lautaro con Koulibaly e Manolas. Conte cerca la 12esima vittoria di fila per mettere un sigillo significativo sul tricolore. L’ultimo chilometro comincia proprio da Napoli contro la squadra che Conte ha sempre ritenuto da scudetto quanto la sua Inter, in una sorta di richiamo ad un lavoro congiunto ai fianchi della Juventus. Il Napoli quest’anno non ha risposto presente, ma ora può contare sui suoi pezzi da 90 e rappresenta agli occhi del tecnico salentino l’ultima prova del nove sulla grandezza del suo team, una sorta di stress test per l’anno prossimo.

L’Inter fa il compitino, il Napoli non riesce a sfondare. Equilibrio e legni al Maradona LE PAGELLE

Al Diego Armando Maradona contro quello che per certi versi è un alter ego, Gattuso si gioca tanto: oltre alla possibilità di battere la capolista, tre punti che porterebbero i suoi al quarto posto, a sette giornate dal gong finale, in coabitazione con la delusa Juve. Regna l’equilibrio, tanta lotta in mezzo al campo, possesso azzurro, ripartenza interista. Corollario esatto di ciò che fino ad ora è apparso un po’ agli occhi di tutti: finisce 1-1 la sfida del Maradona tra Napoli e Inter. I nerazzurri riescono a riprendere il match, dopo lo sfortunato autogol di capitan Handanovic nella prima frazione, e i due pali colpiti da Lukaku, con un gran tiro dal limite dell’area del danese Eriksen. Le due formazioni provano ripetutamente ad offendere, da una parte Politano coglie l’incrocio dei pali, dall’altra Hakimi per due volte viene fermato in scivolata da un gladiatorio Manolas a pochi metri da Meret. Ma non c’è nulla da fare, il pari accontenta entrambe le formazioni. Con questo punticino il Napoli accorcia sulla Juve, al momento quarta in classifica. L’Inter si porta invece a +9 sul Milan, a 7 giornate dal termine e con gli scontri diretti a proprio favore.

NAPOLI (4-3-3): Meret 6; Di Lorenzo 5.5, Manolas 7, Koulibaly 6.5, Mario Rui 6; Fabian Ruiz 7 (90′ Bakayoko sv), Demme 6.5, Zielinski 6.5 (88′ Elmas sv); Politano 6 (90′ Hysaj sv), Osimhen 5 (74′ Mertens 6), Insigne 6.5. All. Gattuso 6

INTER (3-5-2): Handanovic 5; Skriniar 6, De Vrij 6, Bastoni 6; Hakimi 6.5, Barella 5.5, Brozovic 5.5, Eriksen 7 (84′ Gagliardini sv), Darmian 5.5 (68′ Perisic 6); Lukaku 7, Lautaro Martinez 5.5 (75′ Sanchez 5.5). All. Conte 6.

di Andrea FIORENTINO

Se vuoi sapere di più sul Napoli, tieniti sempre aggiornato con www.gonfialarete.com