News

Coronavirus in Campania, De Luca: “Ristoranti aperti dal 26? Sì, ma almeno fino alle 23. Scuole? No agli ideologismi”

de luca

La posizione del Governatore della Campania, Vincenzo De Luca sui ristoranti. “Aperti dal 26? Possibile, ma almeno fino alle ore 23”. Di seguito, le parole del presidente campano che affronta anche la questione riguardante le scuole e i contagi avvenuti in questo contesto.

Coronavirus in Campania, De Luca: “Ristoranti aperti dal 26? Sì, ma almeno fino alle 23. Scuole? No agli ideologismi”

“Non possiamo non capire che per il comparto turistico alberghiero dobbiamo decidere subito, fra un mese e mezzo sarà troppo tardi. Abbiamo fatto un’ordinanza per le scuole: non si andrà oltre il 50% se non ci sono le condizioni di sicurezza”. Poi prosegue fornendo dati di contagi nella scuola: “Nei primi sette giorni di apertura, dall’11 al 18 aprile, si registrano nell’Asl Napoli 1 189 casi positivi nelle scuole, fra gli alunni. Scuole dell’Infanzia: 33 positivi. Primaria: 99 positivi. Medie primo grado: 28 positivi, secondo grado: 29 casi. I contatti scolastici costretti in quarantena sono 3000. I familiari stretti degli alunni positivi sono 470. Il tema della scuola va affrontato senza ideologismi. Ci vuole buon senso.”

Sulla ristorazione: “Decidiamo di aprire le attività dopo il 26, ma si può dire ai ristoratori che si apre fino alle 22? Manteniamo il coprifuoco alle 22, ma se non vogliamo prenderli in giro è ragionevole lasciarli aperti fino alle 23, con rientro a casa entro le 23:30 e magari scontrino da esibire alle forze dell’ordine. Poi tutto chiuso, anche se mancano i controlli: l’Italia resta abbandonata a se stessa: ”

Emiliana Gervetti

Se vuoi sapere di più sul Napoli, tieniti sempre aggiornato con www.gonfialarete.com