News

Premier League e razzismo, tre giorni di black-out social contro le discriminazioni

Premier League

PREMIER LEAGUE RAZZISMO – Ancora una volta il calcio inglese si pone in prima linea contro il razzismo, che oggi non trova solo spazio negli stadi ma anche sui social. Così la Premier League insieme alle categorie minori hanno deciso di combattere le discriminazioni con un black-out social di tre giorni, una sorta di sciopero bianco che invita i proprietari della piattaforme ad intervenire contro gli haters.

Premier League e razzismo, tre giorni di black-out social contro le discriminazioni

Dunque arriva “in risposta ai continui e continui abusi discriminatori ricevuti online dai giocatori e da molte altre persone legate al calcio”, hanno detto i funzionari del calcio inglese in una dichiarazione congiunta riportata da Il Corriere della Sera. “Il comportamento razzista è inaccettabile e lo spaventoso abuso nei confronti dei giocatori sui social media non può continuare. C’è un urgente bisogno che queste aziende facciano di più per sradicare l’odio razziale online” ha detto il Ceo del maggiore campionato inglese Richard Masters. Così dalle 14 di venerdì 30 aprile alle 14 ora locale fino a lunedì 3 maggio alle 22:59 i profili Twitter, Facebook, Instagram e TikTok di tutte le squadre non saranno attivi.

Serena Grande

Se vuoi sapere di più sul Napoli tieniti sempre aggiornato con www.gonfialarete.com

LEGGI ANCHE

Tag