Interviste Napoli Napoli OF News

Renica: “Assurdo che il Napoli non vinca più uno Scudetto dall’era di Maradona. Mi auguro per il bene del club che rimanga Gattuso” [ESCLUSIVA]

17.05.89 VfB Stuttgart - SSC Neapel Deutschland, Stuttgart, 17.05.1989, Fussball, UEFA Cup Finale, Rückspiel, VfB Stuttgart - SSC Neapel 3:3: Alessandro Renica SSC Neapel. *** 17 05 89 VfB Stuttgart SSC Naples Germany, Stuttgart, 17 05 1989, football, UEFA Cup final, return match, VfB Stuttgart SSC Naples 3 3 Alessandro Renica SSC Naples
A Radio Marte nel corso della trasmissione "Si gonfia la rete" di Raffaele Auriemma è intervenuto Alessandro Renica, allenatore.

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Alessandro Renica, allenatore.

Renica: “Assurdo che il Napoli non vinca più uno Scudetto dall’era di Maradona. Mi auguro per il bene del club che rimanga Gattuso” [ESCLUSIVA]

“I tifosi del Napoli sono appassionati e ci tengono, il Napoli è una splendida ossessione. I tifosi dicono che il loro sogno è vincere lo Scudetto, specie quelli di nuova generazione. Solo per questo pensiero è abbastanza assurdo che il Napoli non vinca più uno Scudetto dall’era di Maradona.

Poteva lottare quest’anno? Se l’avessero chiesto a gennaio qulacuno avrebbe detto che il Napoli non sarebbe andato nemmeno in Europa League. Ora si sta vedendo il bel tempo. Però se andiamo ad analizzare la stagione nel periodo brutto ci sono stati dei perché importanti a cui Gattuso non poteva rimediare. Per esempio, non si può giocare senza attaccanti. Vero che tutti hanno gli infortuni ma poi bisogna vedere anche in che ruolo ti capitano. Osimhen fuori 4 mesi, Mertens 2 mesi e mezzo, sono rientrati e adesso si vede un altro Napoli. Quello di oggi esprime il calcio migliore.

Gattuso? Mi sono fatto un’idea sull’uomo da quando pagò lui gli stipendi. E’ un grande uomo e in futuro sarà un grande allenatore. Aveva bisogno anche lui di crescere e di sbagliare ma ha mentalità vincente sia da calciatore che da tecnico. A gennaio ero praticamente l’unico che si schierava a suo favore, avevo una visione positiva di lui e fortunatamente ha recuperato i giocatori migliori. Bisognava capire che aveva delle responsabilità ma minime. Anche gli allenatori bravi passano i loro momenti cupi. Io l’avrei blindato proprio a gennaio però poi c’è il discorso della comunicazione. Gattuso ha perso una sorella e ha avuto una malattia bruttissima, questo non può che aver inciso. Mi auguro per il bene del Napoli che rimanga Gattuso ma ho pochi dubbi e penso che sia difficile. A meno che il presidente non faccia una giocata delle sue”.

Claudio Agave

Se vuoi sapere di più sul Napoli, tieniti sempre aggiornato con www.gonfialarete.com