Altre squadre Calciomercato Interviste

Tottenham, Kane: “Sono a un bivio della mia carriera. Voglio vincere e diventare il migliore”

“Sono arrivato a un bivio della mia carriera. Ho sempre avuto un buon rapporto con il presidente Levy, sono in questo club (il Tottenham, ndr) da sedici anni, quindi credo che ci siano le basi per una buona chiacchierata e per fare il punto della situazione. Non voglio arrivare alla fine della mia carriera con tanti rimpianti. Voglio dare il meglio di me e non ho mai detto che sarei rimasto al Tottenham a vita. Ho altri 7-8 anni di carriera, non voglio dare fretta a nessuno, ma sento di poter fare ancora tanto e migliorare i miei numeri”. Così il centravanti degli Spurs ai microfoni di Overlap con l’ex difensore dello United Gary Neville.

Tottenham, Kane: “Sono a un bivio della mia carriera. Voglio vincere e diventare il migliore”

“Non ho paura di dire che voglio essere il migliore – dichiara Harry Kane -, che voglio provare ad arrivare al livello raggiunto da Ronaldo e Messi perché il mio vero obiettivo è vincere trofei stagione dopo stagione, segnando 50, 60, 70 gol l’anno. Questo è lo standard che voglio raggiungere”. Il Tottenham non giocherà la Champions League nella prossima stagione e il quotidiano britannico Times scrive che la destinazione dell’attaccante, capitano della nazionale inglese, è già stabilita: sarà il Manchester City, orfano di Sergio Aguero e pronto ad accogliere l’Uragano in rosa, anche perché è uno dei pochissimi club ad avere risorse sufficienti per imbastire una trattativa con gli Spurs. Il costo del trasferimento, secondo il quotidiano, ammonterebbe a circa 140 milioni. Dal Nord-Est di Londra, a Enfield, dove ha sede il centro sportivo del club, intanto arrivano rumors di un Daniel Levy – presidente del club che detiene il cartellino di Kane – furibondo col centravanti e col fratello agente, Charlie, per la pubblicità data alla notizia. I Kane – nella società che cura i suoi interessi c’è pure il padre, Patrick – hanno agito a due livelli: una lettera di richiesta di cessione da parte di Harry, legato agli Spurs fino al 2024 e poi la comunicazione ai media. Specie la seconda mossa ha dato fastidio: una bomba nell’ultima settimana di attività, con una qualificazione europea da conquistare.

Se vuoi sapere di più sul Napoli, tieniti sempre aggiornato con www.gonfialarete.com