Altre squadre Interviste Juventus News

Uefa, Ceferin: “Superlega? La giustizia è lenta, ma arriva sempre”

UEFA Ceferin

Tra l’organo superiore del calcio e le tre “ribelli” che non abbandonano l’idea di una competizione parallela a quelle proposte dalla Uefa (Juve, Real e Barca) sembra esserci un margine di tregua. Infatti ci sarebbe il reale e concreto riconoscimento della necessità di un accordo che possa sanare il contrasto con soddisfazione da ambo le parti, pur rimanendo formalmente, questi tre club sopracitati, fermi nella difesa della Superlega.

Uefa, Ceferin: “Superlega? La giustizia è lenta, ma arriva sempre”

Se la Corte di Giustizia dell’Unione che ha sede in Lussemburgo, dovesse respingere nei prossimi quindici giorni il ricorso del giudice di Madrid contro l’Uefa, la speranza di una Superlega sarebbe persa. Se invece il ricorso fosse accolto, per la sentenza bisognerebbe aspettare almeno un altro anno con tutte le caotiche e potenzialmente devastanti conseguenze sul sistema calcio. Il piano della Uefa (e di Ceferin) resta sempre lo stesso: se i club in questione vogliono giocare la Superlega, possono decidere di farlo ma senza chiedere la partecipazione alla Champions League, fuori dunque dall’ambito federale europeo, con la conseguente esclusione da tutto ciò che dalla Uefa stessa dipende. Il presidente della Uefa Aleksander Ceferin è tornato a parlare della questione ai microfoni di Rai Sport: “Voglio dire soltanto che la giustizia è lenta, ma arriva sempre. Io non sono entrato nello specifico delle competenze della nostra commissione disciplinare, ma ovviamente l’input è quello di risolvere la questione con i tribunali. Per come la vedo io non è uno stop definitivo, prima chiariamo le faccende legali e poi andiamo avanti. A volte ho la sensazione che questi tre club siano come dei bambini che saltano la scuola per un po’, non vengono invitati alle feste di compleanno e poi cercano di entrare al party con la polizia. Platini? Nulla mi sorprende nel calcio, ma il suo commento non merita il mio commento. “Stringere la mano ad Agnelli? Questa è una questione personale, non vorrei replicare, ma penso che lui lo sappia”, ha concluso Ceferin.

LEGGI ANCHE: Caos Superlega, GdS: una multa, l’esito più probabile della vicenda

Se vuoi sapere di più sul Napoli, tieniti sempre aggiornato con www.gonfialarete.com