Interviste News

La Uefa interviene dopo i casi di CR7 e Pogba: “Ci sono degli obblighi da rispettare, soldi degli sponsor sono importanti”

Euro 2020

ULTIME EURO2020 – Prima il caso di Cristiano Ronaldo che sposta le bottiglie di Coca-Cola e mette avanti l’acqua in conferenza stampa, poi Pogba che sposta la bottiglia di birra (Heineken) per motivi religiosi sempre in conferenza. Il caso mediatico creato dai due giocatori ha costretto la Uefa ad intervenire e chiarire la situazione: “I soldi degli sponsor sono importanti per il torneo e per il calcio europeo”. Ecco quanto spiega Martin Kallen, Ceo di Uefa Events SA e direttore del torneo di EURO2020. Basti pensare che Coca-Cola e Heineken sono tra i 12 maggiori sponsor della competizione e contribuiscono ai ricavi per un valore di 2,4 miliardi di dollari (quasi 2 miliardi di euro).

Caso sponsor, la Uefa interviene: “Non puniremo il singolo giocatore, ma le Federazioni”

Dopo i gesti in conferenza stampa di Cristiano Ronaldo e Pogba, Martin Keller ha “ricordato alle Federazioni coinvolte che ci sono degli obblighi. I calciatori sono obbligati a rispettare le regole del torneo attraverso le Federazioni”. Il Ceo di Uefa Events SA ha poi proseguito chiarendo che “non verranno puniti i calciatori direttamente, ma le Federazioni”. Queste le parole di Keller riportate dalla redazione di Sportmediaset.

I gesti dei due giocatori hanno scatenato anche diverse reazioni mediatiche, come il crollo dell’1,6% in borsa di Coca-Cola o il siparietto del C.T. della Russia Stanislav Cercesov che, in conferenza stampa, ha aperto un bottiglia di Coca-Cola e l’ha bevuta davanti ai giornalisti. Anche Manuel Locatelli, dopo la grande partita di ieri sera con l’Italia, ha “imitato” CR7 spostando di poco le bottiglie della famosissima bevanda gasata e messo in bella vista l’acqua.

LEGGI ANCHE: Euro2020 – Le pagelle per Di Lorenzo: “Un titolare all’improvviso”. Convincente e determinante il difensore del Napoli

Antonio Del Prete

Se vuoi sapere di più sul Napoli, tieniti sempre aggiornato con www.gonfialarete.com