Altre squadre Calciomercato News

Salernitana, l’atto finale nelle prossime ore. FIGC preoccupata dal trust proposto da Lotito, i possibili acquirenti invece…

Claudio Lotito presidente lazio

“Felicità a momenti e futuro incerto”. Ricordate questo tormentone dell’estate del Duemila? Lo cantava Tonino Carotone nella hit “Me cago en el amor”, oggi sembra il ritornello (a tratti urticante) dei supporter granata che, dopo aver vissuto il momento di felicità della promozione nella massima serie dopo oltre vent’anni, si ritrovano con un futuro ancora tanto (troppo) nebuloso…

Salernitana, l’atto finale nelle prossime ore. FIGC preoccupata dal trust proposto da Lotito, i possibili acquirenti invece…

L’attuale proprietà del cavalluccio campano dovrà comunicare entro la mezzanotte di oggi alla FIGC l’avvenuta cessione dei titoli della Salernitana in virtù della scadenza fissata dal Consiglio federale in base alla norma che vieta (severamente) la doppia proprietà nella stessa categoria. Il club granata è in mano per metà alla Omnia Service di Enrico Lotito, e per l’altro 50% alla Morgenstern, che fa capo a Marco Mezzaroma. Segnatamente, il figlio e il cognato del presidente della Lazio, Claudio Lotito. E dunque, bisogna vendere e vendere a qualcuno che non sia un familiare. È probabile, però, che oggi non sarà il giorno della cessione a un nuovo proprietario, ma quello della creazione di un blind trust (lett. “fiducia cieca”), il “garante oscuro”, ovvero un soggetto terzo indipendente che avrà sostanzialmente due compiti: rappresentare la Salernitana in Lega e organizzare la vendita vera e propria nell’arco di sei mesi, sei mesi che sono una delle condizioni poste dalla FIGC per validare il passaggio. Il problema è proprio questo: sarà un trust “vero” come auspicato dal presidente Gabriele Gravina, o c’è il rischio di qualche ambiguità nella definizione del nuovo equilibrio?

Lotito: “Sto lavorando giorno e notte per una soluzione”

Sul fronte possibili acquirenti, dopo un fondo australiano (rigettato), il timido interesse dei Della Valle e l’esplicita volontà dell’ex proprietario del Pisa Mian, si era imbattuto come un fulmine il proprietario del Leeds, fondatore di Eleven Sports, Andrea Radrizzani. Ma ancora nulla… L’ultima manifestazione d’interesse, peraltro inoltrata per conoscenza anche in FIGC, è arrivata invece dagli Emirati Arabi, da una cordata composta da Bin Zayed International, con sede a Dubai, e da Blue Skye Financial Partners, che ha sede a Lussemburgo. L’offerta, datata 21 giugno 2021, è di 50 milioni ed è valida fino alla mezzanotte del 3 luglio. Bin Zayed International fa parte di Bin Zayed Group, che a sua volta fa capo a un membro della famiglia reale di Abu Dhabi, mentre Blue Skye è un fondo azionista, che è anche socio di minoranza del Milan, guidato da Salvatore Cerchione e Gianluca D’Avanzo.

Se vuoi sapere di più sul Napoli, tieniti sempre aggiornato con www.gonfialarete.com