Interviste Napoli Napoli OF News

La Repubblica, Corbo: “Gattuso? Disordine tattico e cambi sbagliati. Ci sono ombre e ferite nella memoria dei tifosi del Napoli, la squadra l’anno scorso non ha fatto il suo dovere”

Gattuso
REGGIO NELL'EMILIA, ITALY - JANUARY 20: Napoli Manager, Gennaro Gattuso looks on prior to the Italian PS5 Supercup match between Juventus and SSC Napoli at Mapei Stadium - Citta' del Tricolore on January 20, 2021 in Reggio nell'Emilia, Italy. Sporting stadiums around Italy remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)
A Radio Marte nel corso della trasmissione "Marte Sport Live" è intervenuto Antonio Corbo, giornalista. Si è parlato del Napoli

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Antonio Corbo, giornalista.

La Repubblica, Corbo: “Gattuso? Disordine tattico e cambi sbagliati. Ci sono ombre e ferite nella memoria dei tifosi del Napoli, la squadra l’anno scorso non ha fatto il suo dovere”

“Gli allenatori del Napoli che si vogliono incatenare per trattenere i big? Io devo dar ragione a De Laurentiis: Koulibaly ha un contratto, l’ha firmato. A volte vogliamo creare attorno al mercato una commedia all’italiana. Finché vuole può restare fino a scadenza. Se non vuole restare, dirà al suo agente di procurargli un’offerta. Se vuole restare può restare, De Laurentiis si limita ad ascoltare le potenziali richieste.

Ci sono ombre e ferite nella memoria dei tifosi del Napoli e la dimensione di queste ferite è immensa. Ce ne si accorge a Dimaro: c’è un’atmosfera sicuramente diversa rispetto a 2 anni fa. Ricordo che c’erano più di 1500 persone agli allenamenti. Potevano esserci di più dopo la vittoria dell’Italia ma leggo di un’atmosfera abbastanza malinconica. I tifosi presenti si sono comportati da signori ma l’atmosfera è diversa: c’è noia, sdegno per quel che il Napoli poteva fare e non ha fatto. Al disordine tattico di Gattuso e ai cambi non sempre felici si è aggiunta la mancanza di personalità per colpa dei giocatori.

Zielinski ha parlato di più personalità: anche un giocatore corretto, serio e senza intemperanze come lui ha dato una diagnosi come la nostra. Il Napoli è mancato l’anno scorso di coerenza tattica ma soprattutto di personalità. Secondo me bisogna capire cosa è successo, perché il Napoli per il secondo anno non è in Champions League? La squadra non ha fatto il suo dovere, bisogna rinforzarla non con i grandi nomi ma con giocatori di carattere che diano sempre il massimo.

Inaugurazione stadio Maradona? Sono stato vicino a Diego con rispetto e da professionisti. Ho sofferto quando è morto, l’ho seguito anche nel suo cupo tramonto di Dubai. Il mio rapporto con Maradona è intenso, basato su ricordi ed emozioni. Non mi fermerò nemmeno: è una festa inventata, labile, fragile nei sentimenti e intempestiva. Il Napoli – che in qualche modo farebbe bene a far rivivere il ricordo – cerca invece di staccarsi. Diego ha fatto cose grandi per il calcio e per la sua squadra, che è stata e sarà sempre il Napoli”.

LEGGI ANCHE: ESCLUSIVA – Rai, Agostinelli: “Non cederei mai Koulibaly e Osimhen. Su Spalletti…”

Claudio Agave

Se vuoi sapere di più sul Napoli, tieniti sempre aggiornato con www.gonfialarete.com